INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Guarita la paziente di Trasacco, “Ho capito la mia forza e la mia fragilità”

"Ylenia 1, Coronavirus 0". Forse, oggi come oggi, non potrebbe esserci risultato pseudocalcistico più bello di questo.

Era risultata positiva al Covid-19 il 19 marzo scorso, nello stupore generale. Una comunità intera, quella di Trasacco in questo caso, a partire dal primo cittadino, le è stata vicina, passo dopo passo, tampone dopo tampone. La battaglia contro il Coronavirus è un affare spinoso, una lezione non voluta di sanità, di vita, di tempra, una guerra interiore anche, che sta coinvolgendo quasi 100 mila italiani, ad oggi positivi al virus. Tra questi, anche moltissimi giovani pazienti. Come Ylenia, originaria di Trasacco e studentessa a L’Aquila, nel ramo delle Biotecnologie.

Cosa significa sentirsi dire che il tampone che si è fatto, è positivo? Quali sono i primi pensieri che ingombrano la mente? Cosa vuol dire, in poche parole, essere enumerati nella schiera folta dei contagiati?

“Sono momenti connotati da un mix di emozioni diverse: paura, rabbia, ma anche sconforto. Quando ho scoperto di essere positiva al virus, ho scelto, come tutti credo, la lotta. Mi sono armata di speranza e di forza di volontà. Forse, a volte, anche di aggressività, per affrontare al meglio e con lucidità quello che mi stava aspettando. Le attese dei tamponi sono state snervanti e piene di ansia. La cosa più sofferente è stata proprio la distanza dai miei familiari e il pensiero di farli soffrire sia per la mia salute, sia per il fatto di sapermi distante in un momento di bisogno”. Ylenia ha 25 anni, tra i più giovani pazienti abruzzesi ricoverati per Covid-19. Ieri, in pieno ritmo sonnolente di una Domenica delle Palme diversa e senza pranzi di famiglia, è arrivata la notizia della negatività dell’ultimo tampone: è ufficialmente guarita dal virus.

“Per quanto riguarda la cura – racconta alla Redazione – che dire? Inizialmente, i medici avevano provato a somministrarmi delle terapie che erano state considerate e osservate come efficaci nei casi di contagio precedenti, ma purtroppo non ho retto il mix di farmaci che mi è stato prescritto e non mi sono sentita bene. Quello è stato il momento in cui ho provato più paura in assoluto dall’inizio del contagio; il personale sanitario, però, è stato molto efficiente. Alla fine, sono stata curata con un anti-malarico, per il quale ho mostrato, certo, un po’ di effetti collaterali, ma tutti sopportabili”, avverte. Il Coronavirus sfianca, attanaglia, crea ansie. Mette in pericolo le certezze, va vacillare i punti fermi.

“Non c’è un apice peggiore in questa condizione di salute: tutti i momenti che si vivono con il virus, tutti i minuti sono tremendamente uguali. – dice Ylenia – Quando sai di essere positivo con una certa sintomatologia, ti sembra quasi surreale che sia capitato proprio a te, ti senti in bilico in ogni cosa e, non avendo i tuoi cari vicino fisicamente, puoi trovare la forza solo in te stessa. Personalmente, ho avuto, comunque, la fortuna di poter contare sulla vicinanza e l’affetto di tante persone, e questo mi ha aiutato molto”. La notizia della sua guarigione ha fatto, ieri, il giro del web. Nel mezzo di tanta angoscia e di tanta precarietà circa gli esiti del virus e di come evolverà la situazione, la storia di Ylenia, sicuramente, ha rincuorato, in una Marsica in cui i casi di contagio hanno superato gli 80 accertati.

“Ho vinto – dice – e il mio bottino di guerra è molto prezioso: la condizione di essere affetta dal virus, comunque, mi ha dato la possibilità di migliorarmi. Ho imparato la pazienza, ho imparato ad avere dominio delle mie emozioni, ho compreso ancora di più la mia forza e, allo stesso tempo, ho imparato a conoscere la mia fragilità, ma soprattutto ho capito che ciò che consideriamo scontato durante la nostra esistenza, è la più grande ricchezza che abbiamo”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Azzeramento indennità, “Pura demagogia, anche spicciola”

A replicare all'ultima promessa fatta alla città da Tiziano Genovesi, è il candidato per Giovanni ...
Redazione IMN

L’Aquila, scossa di magnitudo 2.1 registrata alle ore 11 e 50

Redazione IMN

A Prezza divieto di fumo e coprifuoco esteso

Stretta del sindaco Marianna Scoccia: divieto di fumo nei pressi dei locali pubblici e coprifuoco ...
Redazione IMN