INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Green Pass, M5S denuncia: “File per controlli all’ospedale di Chieti”

La capogruppo dei 5 Stelle Marcozzi porta il caso in Consiglio regionale

“Scene di ordinaria follia all’Ospedale di Chieti: anche questa mattina si registrano code chilometriche all’ingresso del presidio a causa dei controlli del green pass. È la riprova che, nella Asl 02, dagli errori non si riesce mai ad imparare e si preferisce far cadere ogni inefficienza sulle spalle degli incolpevoli cittadini piuttosto che cercare soluzioni adeguate”.

A denunciarlo è il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi che presenterà un’interpellanza sul tema “per chiarire una volta per tutte la questione e capire di chi siano le responsabilità di questi disservizi”.

“Con l’Ordinanza del Presidente Marsilio – spiega in una nota – a partire dal 18 ottobre è obbligatoria per visitatori e accompagnatori l’esibizione del green pass nel momento di entrare nel presidio. Un provvedimento previsto da tempo, così come prevedibili erano i disagi e i possibili rallentamenti per completare le operazioni di controllo. Per evitarli, sarebbe bastato lavorare sulla programmazione e sull’organizzazione delle entrate, aumentando il numero del personale addetto e le possibilità di ingresso nella struttura. Invece non solo non è stato fatto niente di tutto questo, ma addirittura è stata richiesta la certificazione verde anche per gli utenti dell’Ospedale, rimandando a casa perfino i pazienti che non fossero in grado di esibirla”.

Il diritto alla salute dei cittadini viene prima di ogni altra cosa – conclude – ed è dovere della Giunta Marsilio e della Asl 02 garantirlo a tutti”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Plesso scolastico dell’Aquila da intitolare a Madre Teresa di Calcutta

Gioia Chiostri

Governo Draghi: via al secondo giro di consultazioni

Oggi giornata decisiva: il premier incaricato incontrerà i big. Si attende esito del voto M5S su ...
Redazione IMN

P.O. Tagliacozzo, Giovagnorio: “Chiusura non per contatti con medico positivo”

Il sindaco smentisce le notizie circolate in rete
Redazione IMN