INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

“Gravi carenze alla Asl 2”, Bocchino (Lega) raccoglie allarme

Il consigliere regionale: "È necessario intervenire al più presto"

“Gravi carenze per personale e ammalati non sono concepibili nella ASL2, la più grande della regione”.

A raccogliere il grido d’allarme del territorio è il consigliere regionale della Lega, Sabrina Bocchino.

Sono circa 150mila i cittadini che ricorrono al Presidio Ospedaliero San Pio di Vasto, struttura a valenza chirurgica, unico punto di riferimento nella zona in quanto sono stati chiusi gli ospedali di Gissi, di Agnone, di Larino e quello di Termoli è ridotto ai minimi termini.

Pertanto è evidente lo stato di sofferenza, oramai pericolosa, per la carenza di personale soprattutto della dirigenza medica del San Pio nelle Unità operative di anestesia e rianimazione, pronto soccorso, ortopedia, pediatria, radiologia, cardiologia, geriatria, medicina, neurologia, gastroenterologia e laboratorio analisi.

Dovendo garantire l’emergenza, diventa impossibile poter ottemperare anche alle sedute operatorie, sebbene vengano garantite unicamente grazie al personale che per senso di responsabilità non effettua le ferie, i riposi e i congedi straordinari per l’aggiornamento obbligatori da cinque anni. “È necessario intervenire al più presto per tornare a dare respiro a una struttura importante per la nostra Regione, punto di riferimento di un territorio che ha bisogno di certezze”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Abruzzo, un sogno da bandiera blu: ecco dove costano di più le vacanze estive

Gioia Chiostri

Riapertura bar e ristoranti: ecco il protocollo da seguire

Tutte le norme da seguire per la riapertura di lunedì 18 maggio
Redazione IMN

Slitta l’invio settimanale delle dosi Astrazeneca

Uniti carichi dopo la sospensione cautelativa, mercoledì 279 mila dosi
Redazione IMN