INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Giovani FI Avezzano in piazza per tetto alle tasse

400 firme raggiunte: parlano Simonelli, Di Cesare e Di Salvatore

Avezzano – Giornata di gazebo di Forza Italia Giovani in piazza Risorgimento ad Avezzano, a sostegno della proposta di legge per porre in Costituzione un tetto alle tasse.
Taglio della spesa pubblica, delle tasse, della burocrazia, del cuneo fiscale, flat tax e sostegno a famiglie e imprenditorialità giovanile: queste le tematiche poste all’attenzione dei cittadini nella giornata di domenica 27 ottobre.

Si sono pronunciati a tal proposito il Coordinatore Provinciale Nello Simonelli e il Coordinatore Cittadino Mattia Di Cesare insieme al suo vice Gregorio Di Salvatore.

Simonelli, soddisfatto per l’interesse mostrato nei confronti di questa iniziativa da parte di molteplici persone ha dichiarato: «Non ci aspettavamo un risultato del genere. Aver portato circa 400 persone in piazza Risorgimento per firmare a sostegno della nostra “Contromanovra” è un dato enormemente significativo del malessere diffuso nei confronti dell’operato di questo Governo. Una vittoria per tutto il centrodestra e ancor prima per il buonsenso». In molti infatti si sono avvicinati, da elettori di Forza Italia, Fratelli D’Italia, Lega a ex elettori delusi del Movimento 5 Stelle.
«Uniti sotto una bandiera comune, quella della necessità di rivedere delle scelte assolutamente discutibili» ha affermato il Coordinatore Provinciale speranzoso, ed è questo l’obiettivo per cui si impegnerà alla luce delle prossime Amministrative, che il centrodestra possa rimanere unito, l’unico modo, secondo Simonelli, per giungere ad una sicura vittoria.

Soddisfazione anche da parte del Coordinatore Cittadino e del suo vice: «Con quasi 400 firme raggiunte possiamo ben dire che la volontà popolare è quella di frenare questo governo delle tasse e delle manette» hanno dichiarato Di Cesare e Di Salvatore e hanno poi aggiunto: «Un tema importante che non riguarda solo il Centrodestra ma anche le altre fazioni politiche, essendo di fondamentale importanza per il Paese. Una firma equivalente non all’avvicinamento a FI bensì al bene dell’Italia, un Paese oggi infelice che dobbiamo rilanciare a tutti i costi. Meno tasse significa più lavoro, più lavoro per rendere una vita più felice».

Altre notizie che potrebbero interessarti

Raggirano l’anziana zia e si appropriano dell’intera eredità, denunciate due sorelle

Redazione IMN

Tornano a casa le spoglie del soldato Angeloni, aiellese dato per disperso per 72 anni

Kristin Santucci

Naiadi, verso la riapertura a settembre

Incontro in Regione con la Pinguino Nuoto, Di Matteo: «Avute garanzie che aspettavamo»
Redazione IMN