INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

G8, ‘cricca’ degli appalti: confiscati beni per 9 milioni di euro ad Angelo Balducci

Beni per un valore di circa 9 milioni di euro sono stati confiscati questa mattina dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma nei confronti di Angelo Balducci, già provveditore alle Opere Pubbliche del Lazio e presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, condannato definitivamente a 3 anni e 8 mesi di reclusione nella vicenda sulla cosiddetta ‘cricca’ degli appalti del G8 per concorso in corruzione aggravata in relazione ai lavori della scuola Marescialli di Firenze.

Dalle indagini che hanno riguardato in senso più esteso i “Grandi Eventi”, riferiti ai lavori per il Vertice del G8 a La Maddalena (poi tenutosi all’Aquila), ai Mondiali di nuoto di Roma del 2009 e alle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, gli investigatori delle Fiamme Gialle hanno “scoperto – si legge in una nota – l’esistenza di illeciti rapporti d’affari tra Balducci e le imprese romane che si sono aggiudicate le gare pubbliche per oltre 300 milioni di euro. Le imprese appaltatrici, di fatto, avevano veicolato ingenti flussi finanziari, anche attraverso società interposte, verso una società cinematografica – direttamente riconducibile all’ex funzionario – che si occupava della produzione di film il cui attore principale era Lorenzo Balducci, figlio di Angelo”. Allo stesso modo i finanzieri hanno dimostrato che le stesse imprese edili avevano finanziato l’acquisto o la ristrutturazione di numerosi immobili di pregio a favore della famiglia Balducci. Da qui, prima, il sequestro dei beni proposto dalla Procura di Roma e accolto dalla sezione delle misure di prevenzione del tribunale che ha ritenuto Angelo Balducci “socialmente pericoloso” perché “dedito a reiterate condotte corruttive”. E poi, con l’operazione di oggi, la confisca di beni mobili, immobili, quote societarie e disponibilità finanziarie detenute anche all’estero. Il valore di quasi 9 milioni di euro è riferito, infatti, a 27 unità immobiliari tra ville, appartamenti e terreni tra Roma, San Giorgio di Pesaro, Montepulciano e Sappada, due auto, una moto, rapporti bancari e titoli obbligazionari, e disponibilità per oltre 3 milioni in Lussemburgo attraverso una società fiduciaria.

 

 

Fonte AGI

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Il Capistrello si rialza contro il Delfino Flacco Porto: basta un gol per i tre punti

Redazione IMN

I Girasoli nel comitato della Race For The Cure di Pescara

I punti dove ci si può iscrivere alla corsa ad Avezzano, Paterno e Celano
Redazione IMN

Tornano i weekend dell’Olio a San Vincenzo, con la 15esima edizione di ‘Frantoi Aperti in Valle Roveto’

Redazione IMN