INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Forza Italia: “Lega vuole centrodestra diviso”

È lapidario il coordinatore regionale di Forza Italia, il senatore Nazario Pagano, che a Info Media News si dice rammaricato per aver perso "l’opportunità dell’apparentamento per superare le divisioni e ricompattare immediatamente l’intera coalizione di centrodestra".

“La Lega ad Avezzano correrà senza di noi al ballottaggio, almeno in maniera ufficiale, il deputato del Carroccio Luigi D’Eramo, che ha evitato ogni confronto, si assume la responsabilità, nel bene o nel male, nel mantenere questa divisione del centrodestra”.

È lapidario il coordinatore regionale di Forza Italia, il senatore Nazario Pagano, che a Info Media News si dice rammaricato per aver perso “l’opportunità dell’apparentamento per superare le divisioni e ricompattare immediatamente l’intera coalizione di centrodestra”.

Parole che arrivano nel giorno della scadenza, fissata alle ore 18, per gli apparentamenti ufficiali che potrebbero ribaltare i risultati ottenuti il 20 e 21 settembre scorsi nel primo turno.

“Da parte nostra abbiamo comunicato a Fratelli d’Italia e alla Lega la nostra volontà di riconquistare l’unità sia a Chieti che Avezzano”, spiega, rimarcando la volontà di appoggiare il candidato leghista Tiziano Genovesi, con il quale non c’è stata alcuna interlocuzione.

Ma se a Chieti, grazie a un confronto con il candidato Fabrizio Di Stefano e l’assessore regionale Mauro Febbo, che nei mesi scorsi aveva preso le distanze da Fi, appoggiando il candidato civico Bruno Di Iorio, si è trovata la quadra, ad Avezzano è tutta un’altra storia.

“A Chieti non abbiamo un apparentamento tecnico, ma abbiamo comunque trovato una soluzione programmatica condivisa da tutti, dunque un’intesa politica per Avezzano – aggiunge Pagano – non c’è stata alcuna interlocuzione. D’Eramo è introvabile, dunque, se Fd’I la pensa come noi, devo dedurre che la Lega non la pensa così e rifiuta di unire il centrodestra”.

Da quanto appreso, in realtà, giovedì scorso c’è stata una riunione sulle comunali alla quale hanno preso parte proprio Pagano e D’Eramo, insieme a Giorgio De Matteis e Marco Marsilio.

Eppure Anna Maria Taccone, candidata di Fi, ha ottenuto 3978 preferenze, pari al 16.64%; una percentuale importante che in sede di ballottaggio può, e farà, la differenza.

Per il senatore è il Carroccio che “persiste nel volere un centrodestra non unito” e proprio per questo sottolinea che, sia in caso di vittoria, sia in caso di sconfitta, “la responsabilità sarà della Lega”.

Parole dure quelle di Pagano che, come prevedibile, avrà ripercussioni importanti sugli equilibri politici della Regione Abruzzo e su quelli del Comune dell’Aquila, lacerato da mesi da una profonda crisi di maggioranza, al momento sopita per le elezioni comunali, che potrebbe scoppiare già dal 6 ottobre, quando si avranno i risultati ufficiali delle amministrative 2020.

Dopo la pubblicazione dell’articolo, i due si sono confrontati e Pagano spiega: “A seguito di un confronto con il collega D’Eramo mi auguro che il buon senso prevalga su tutti e che si possa trovare la ricomposizione di un centrodestra che è stato diviso al primo turno. Mi auguro che si possa trovare una seppur tardiva unità in fase di ballottaggio ad Avezzano. Questo è l’ultimo appello che rivolgo al collega D’Eramo per farsi carico di una responsabilità che adesso ricade su di lui”, conclude.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Folla in centro a Pescara, shopping e aperitivi

Passeggiate tra amici e aperitivi all'aperto, bicchieri cocktail da asporto abbandonati su panchine ...
Redazione IMN

Taglio della legna nel Parco della Majella: presentato un esposto in Procura

Gioia Chiostri

L’orsa Amarena attratta dalla frutta fa visita a San Sebastiano

Redazione IMN