INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Forte scossa nell’Italia centrale: colpita Macerata, trema anche Roma

 

 

Ancora sotto choc per la violenta scossa avvenuta il 24 agosto scorso, l’Italia, oggi, si scuote di nuovo. Un terremoto di magnitudo momento pari a 5.4 è stato registrato e percepito distintamente, questo tardo pomeriggio, nel ventre del Centro Italia. Il sisma ha colpito la provincia di Macerata, alle ore 19 e 10 minuti in punto di questa sera. Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV di Roma ad una profondità di 9 chilometri.

Localizzato, inoltre, a 63 chilometri a Nord-Ovest di L’Aquila, lo scuotimento della terra , questa volta, ha trovato impreparate le Marche. L’epicentro è stato individuato a Castelsantangelo sul Nera sui Monti Sibillini. Secondo quanto riportato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), la scossa è stata avvertita in maniera nitida anche a grande distanza. Inoltre, il Capo della Protezione CivileFabrizio Curcio, con il lancio di un tweet sul giornale ufficiale dell’Associazione stessa, afferma che «sono stati segnalati crolli, ma anche che, al momento, non ci risultano feriti», come riportato anche dall’Agi.

«In Abruzzo, al momento, non risultano segnalazioni di danni. Stiamo continuando a verificare e monitorare». Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, che dice di aver avvertito la scossa di magnitudo 5,4 avvenuta nella Val Nerina, «da Largo Chigi in riunione con Errani e i colleghi Presidenti per l’illustrazione in Commissione Bilancio del Senato del DL ‘Ricostruzione. Avviso Importante – aggiunge il governatore sulla sua pagina – utilizzate anche questo spazio per segnalarmi problemi eventuali intervenuti con la scossa di terremoto avvertita da poco. Fatemi anche sapere circa la funzionalità della erogazione del servizi elettrico».

Al momento, come riportato inoltre dall’ANSA, non si segnalano problematiche sulle autostrade abruzzesi, A/24, A/25 e il tratto della A/14.

 

 

In aggiunta, secondo quanto riferito dall’AGI, vi sarebbero in corso delle verifiche da parte di squadre della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco nell’area del Maceratese. Al momento, dal Dipartimento della Protezione Civile, non viene segnalato nulla di particolare. Curcio ed i suoi più stretti collaboratori stanno rientrando a Rieti dove ha sede il Dicomac, ossia la struttura di direzione di coordinamento e comando attivata per fronteggiare l’emergenza terremoto dopo le scosse del 24 agosto nel Reatino, Ascolano e Perugino.

 

 

 

Sospesa per qualche minuto anche la partita Pescara-Atalanta. 

Il match di serie A tra Pescara e Atalanta è stato momentaneamente sospeso al 31′ del primo tempo, dopo che si è sentita la forte scossa di terremoto. L’arbitro Marco Guida di Torre Annunziata è stato pronto a interrompere la gara, anche per l’incolumità delle persone in tribuna. Dopo qualche minuto il giudice di gara, dopo essersi accertato del ritorno alla normalità della situazione, ha fatto riprendere il match.

 

 

A Celano, le scuole resteranno aperte. 

«Rispetto al terremoto di queste ore, non ci sono danni a cose o persone a Celano. – afferma il primo cittadino Santilli – Le scuole domani saranno aperte; continueremo, però, ovviamente – aggiunge su Facebook – a monitorare la situazione per tutta la nottata».

 

Anche Avezzano si accoda al filone generale: scuole chiuse.

Il sindaco Di Pangrazio ha emesso un’ordinanza di chiusura delle strutture scolastiche, questa sera, statuendo la sospensione di tutte le attività didattiche di ogni scuola di ordine e grado ricadente nel Comune di Avezzano.

 

 

Domani, scuole chiuse a Teramo.

Domani, al solo fine di consentire le verifiche sugli edifici a causa del sisma, le attività didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado del comune di Teramo saranno sospese. Al momento analoghi provvedimenti non risultano essere stati presi da altri comuni abruzzesi dove il terremoto è stato distintamente avvertito.

 

 

Università chiusa a L’Aquila per l’intera giornata di domani.

Sono sospese, per il giorno di domani, 27 ottobre, tutte le attività didattiche dell’Ateneo – si legge nella nota diramata – a causa dei recenti eventi sismici del Centro Italia. Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 31 ottobre.

 

 

Un’altra scossa di forte intensità è stata avvertita alle ore 21 e 18 di questa sera, sempre nella Provincia di Macerata. Il terremoto, di magnitudo ML 5.9, è avvenuto ad una profondità di 8 chilometri ed è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-di Roma.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Loredana Bertè a settembre a Trasacco: la musica pazza che ragiona col cuore

Redazione IMN

VIDEO. Referendum: in Abruzzo stravince il No, affluenza al 70%

Gioia Chiostri

Distrugge i mobili della propria abitazione, aggredisce i poliziotti e tenta il suicidio: denunciato

Gioia Chiostri