INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Fornitura indebita di mascherine agli amici: arrestati

Il sindaco del Comune di Opera (Milano), la dirigente dell'ufficio tecnico e tre imprenditori edili sono ritenuti responsabili di reati che vanno dal peculato alla corruzione. Arresti compiuti dai Carabinieri questa mattina all'alba. Il primo cittadino avrebbe distribuito ad amici e familiari 2 mila mascherine chirurgiche destinate invece a RSA e farmacie.

Questa mattina, all’alba, i Carabinieri hanno arrestato 5 persone, nel Milanese, tra cui anche il sindaco di Opera. Così come riportato dall’Ansa e come si legge in una nota degli investigatori dell’Arma “il sindaco di Opera, nei primi mesi della pandemia, ha distribuito a stretti congiunti e a dipendenti comunali 2.000 mascherine chirurgiche che erano destinate a RSA e farmacie”.

Per queste ragioni, stamattina, il Sindaco e la dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Opera, oltre a tre imprenditori edili, ritenuti responsabili – a vario titolo – di peculato, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, sono stati arrestati.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Castello Orsini: riprendono i lavori in Piazza Martiri di Capistrello

Il via dal 9 ottobre
Redazione IMN

LFoundry sui banchi della Regione, Febbo convoca incontro

La FIOM ritiene che sarebbe necessario allargare la partecipazione ai componenti della ...
Redazione IMN

Pandemia Coronavirus, ecco la panoramica abruzzese

89 casi fino ad oggi. 9 nella Asl 1.
Redazione IMN