INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Fiamme in località le Rosce, a San Vincenzo Valle Roveto: a rischio oltre 100 quintali di legna

‘Morte’ sfiorata per un bosco nei pressi di San Vincenzo Valle Roveto, nella Marsica. Brucia ancora la Valle Roveto, sotto il caldo sole di fine agosto. A partire dalla giornata di domenica scorsa, infatti, non si è arrestata, ma si è intensificata l’escalation degli incendi nel ventre della Marsica. Questa volta, le fiamme sono partite dalla parte sottostante ad un cavalcavia della ex Superstrada del Liri, alle ore 12.

IMG_4707(1)Il fuoco si è propagato, poi, verso la località Le Rosce, nella zona rovetana, frazione del Comune di San Vincenzo Valle Roveto. Immediatamente sul luogo del rogo, sono giunti i volontari del Nucleo della Protezione Civile di Tagliacozzo, diretti da Christian Rossi, gli uomini del Nos della Forestale di Avezzano e, subentrati successivamente, gli agenti del Comando Stazione della Forestale di Balsorano. Si è trattato di incendio ad alto tasso di pericolo per la zona circostante.

I volontari sono stati i primi ad arrivare sul luogo del fatto, allertati dalla Soup (Sala Operativa Unificata Permanente) di L’Aquila; sono riusciti, per tempo, fortunatamente, ad evitare che le fiamme divorassero il bosco limitrofo al luogo della partenza dell’incendio. Sono già stati messi in sicurezza, inoltre, ben 100 quintali di legna. Il rogo ha smesso di bruciare attorno alle ore 15 e 45 circa,: la situazione è, per ora, sotto controllo, grazie all’azione congiunta di tutte le forze intervenute. I danni ed i disagi, fortunatamente, sono stati limitati a fronte della rapida operazione di intervento e di risanamento portata avanti dalle squadre dell’Anticendio della zona marsicana.

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Paterno ‘maravilla’: finalmente è primato

Alice Pagliaroli

Avezzano, verso il Piano Neve: manifestazioni di interesse delle ditte

Gioia Chiostri

Cristicchi ad Avezzano con ‘Manuale di volo per uomo’: doppio appuntamento con una favola moderna per l’anima

Gioia Chiostri