INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Esteno Tonelli in TSO, l’avvocato: “Trattamento ingiusto”

Cotturone: "Nessuna perizia agli atti"

Esteno Tonelli, il candidato di Fratelli d’Italia, è stato ricoverato all’opedale di Giulianova per un Trattamento Sanitario Obbligatorio.

Tonelli, 40 anni, in corsa per le amministrative di Avezzano a supporto di Tiziano Genovesi sindaco, la scorsa settimana aveva iniziato a sostenere, sui social, Anna Maria Taccone, candidato sindaco di Forza Italia, quasi a voler spingere gli elettori al voto disgiunto.

Pochi giorni dopo il ricovero forzato.

Secondo la ricostruzione dell’avvocato che lo rappresenta, Lucio Cotturone, il 7 settembre è arrivata la proposta e convalida di TSO da parte di due medici. Il giorno seguente è scattata l’ordinanza da parte del Commissario Prefettizio, Mauro Passerotti, e l’immediata esecuzione del trattamento. Tonelli è stato così, prelevato dalla sua abitazione a Trasacco e trasportato all’ospedale di Giulianova.

“La proposta e la convalida sono state fatte su un semplice foglio prestampato, una cosa raccapricciante data l’invasività dello strumento atto a limitare le libertà costituzionalmente garantite”.

L’avvocato dichiara di aver fatto richiesta di accesso agli atti e di non aver trovato perizie psichiatriche che giustificassero il TSO.

Sembrerebbe non essere chiaro da cosa sia scaturita la decisione di procedere con il trattamento sanitario o da chi sia partita la segnalazione (qualora ci fosse stata).

“Il mio assistito sta bene, l’ho trovato scosso per l’accaduto ma capace di intendere e di volere. Tonelli stava facendo una campagna elettorale in maniera euforica e passionale, se questo può bastare a fare un TSO, allora resto basito, e invito tutti i candidati ad abbassare i toni altrimenti siamo tutti a rischio”.

Resta da capire se potevano essere attivati altri tipi di terapie, alternative “anche perché – prosegue Cotturone – il soggetto non ha rifiutato la terapia. E proprio il rifiuto della terapia è uno dei presupposti principali per procedere con TSO”

Altro nodo da chiarire, secondo l’avvocato è come si giustifica l’improvviso trasferimento al San Salvatore di L’Aquila.

“Quel TSO sarebbe dovuto durare per sette giorni, a seguito delle mie istanze, il primario del San Salvatore ha da lì a poco, inoltrato al Commissario e alle autorità competenti un’istanza di revoca del TSO”.

Per il momento, in attesa che Passerotti o il Giudice revochi il provvedimento di TSO, Tonelli resta in ospedale.

“Se si dovesse accertare un’azione troppo esagerata rispetto a quello che è accaduto, dovremmo accertare di chi sono le responsabilità”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Regione Abruzzo, approvato il piano anticorruzione 2017/19

Redazione IMN

Fagnano Alto: rieletto Francesco D’Amore

D'Amore è stato eletto nuovamente primo cittadino battendo lo sfidante Domenico Di Pasquale.
Redazione IMN

Pescara: muore anziana 74enne, indagini in corso

Redazione IMN