INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Estate “a spasso per il Gran Sasso”

Operatori fanno rete per il post-Covid

Un territorio incontaminato, cuore degli Appennini, lontano dal caos dei centri urbani, tra panorami mozzafiato, borghi dove il tempo pare essersi fermato, sapori autentici.

Il Gran Sasso aquilano si riscopre meta privilegiata per il turismo post-Covid e per la prima volta gli operatori fanno rete per un’offerta integrata che coniuga natura, cultura, gastronomia.

Tra Barisciano (L’Aquila), porta sud-occidentale del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga e Campo Imperatore, per le sue caratteristiche definito “piccolo Tibet”, il più vasto altopiano degli Appennini a duemila metri, ogni itinerario conduce in un viaggio quasi mistico, tra pascoli, pendii rocciosi, vallate brulle e stazzi.

Proprio qui, nei fine settimana di giugno e luglio, la speciale iniziativa “A spasso per il Gran Sasso”, dopo il fortunato collaudo dell’estate 2020, consente di trascorrere tre giorni e due notti a stretto contatto con la natura.

Cime impegnative ma anche percorsi adatti a tutti, borghi dalle antichissime origini custodi di sapori unici, terre che danno vita a prodotti inconfondibili. Insomma un’offerta per tutti i gusti e, soprattutto, per tutte le tasche, grazie all’iniziativa di due operatori di Barisciano: Natour L’Ostello per i camminatori e lo storico Albergo Ristorante Monte Selva.

Dal venerdì alla domenica, accompagnati dai professionisti del Collegio guide alpine d’Abruzzo di Gran Sasso Guides, i visitatori saranno presi per mano e condotti alla scoperta di uno spicchio dell’Abruzzo. Un’offerta che ha il pregio di soddisfare le esigenze delle famiglie, con la disponibilità di appartamenti autonomi, e quelle di chi predilige una sistemazione alberghiera.

Un pacchetto proposto al costo di 160 euro e adatto a tutti, coppie, famiglie, escursionisti più e meno esperti.

Insomma tutta l’attenzione è rivolta già al post-pandemia, nella speranza che l’arrivo della primavera accompagni alla porta l’emergenza sanitaria e nella consapevolezza delle potenzialità di un territorio che più d’altri può offrire, per un turismo di prossimità che si rivolge in particolare a italiani, magari delle regioni limitrofe, una proposta integrata che coniughi natura, cultura e sapori.

Per maggiori informazioni si possono consultare le pagine Facebook di Natour L’Ostello per i camminatori e Albergo Ristorante Monte Selva, oltre all’evento sempre su Fb “A spasso per il Gran Sasso”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Capistrello, divieto di utilizzo dell’acqua a scopo umano per possibile inquinamento: verifiche in corso

Gioia Chiostri

Domenica la presentazione del libro ‘Storia di una matita. A casa’, con l’autore D’Ignazio

Redazione IMN

Covid: 276 nuovi casi in Abruzzo, tasso di positività 4.2

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 10 nuovi casi e sale a 1.498. Sono 41 i nuovi positivi ...
Redazione IMN