INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Elezioni in Abruzzo: primo banco di prova dopo le prove di Governo giallo-verde

Erano in quattro, ma, alla fine, lo scettro del governo dei prossimi anni in Abruzzo, è andato a lui: Marco Marsilio, candidato della coalizione di Centro-Destra, scelto dal partito Fratelli D’Italia. 15 sono state le liste, in totale, messe in campo dai quattro aspiranti presidenti e 428 gli aspiranti consiglieri regionali per 29 poltrone.

Il Consiglio regionale, lo ricordiamo, è composto da 31 consiglieri, compresi il presidente eletto e il candidato sconfitto.

Sonora sconfitta per il M5S, guidato da Sara Marcozzi, per la Regione Abruzzo. La candidata presidente del Movimento politico nato il 4 ottobre del 2009 sotto la protezione di Grillo, non è riuscita ad imprimersi, arrivando terza. Una medaglia di bronzo che, senza dubbio, è termometro degli umori degli elettori in merito, anche e forse, ai programmi nazionali della realtà capeggiata da Di Maio, in questo momento, ministro del Lavoro e vicepremier.

51816560_2089090977877925_7600013066280894464_nSara Marcozzi, secondo quanto riportato dall’Ansa, così commenta il risultato elettorale:«Non è la sconfitta del M5s ma della democrazia. Noi abbiamo tenuto rispetto alle precedenti regionali, altri hanno fatto grandi ammucchiate come hanno potuto vedere gli abruzzesi».

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Aggiornamenti suicidio generale Conti: due lettere a familiari, forse altra

Redazione IMN

Furti senza fine a Castronovo: rubato l’agnellino della lotteria pasquale

Kristin Santucci

Arrestato giovane pescarese: la rapina avvenne a L’Aquila nel 2015

Gioia Chiostri