INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Elezioni: botta e risposta social D’Eramo-Febbo

Al centro dello scontro la decisione di Febbo di appoggiare a Chieti il candidato sindaco civico Bruno Di Iorio, dissociandosi dalla posizione ufficiale di Forza Italia che sostiene il candidato della Lega, e del centrodestra, Fabrizio Di Stefano.

Botta e risposta social tra il deputato e segretario regionale della Lega, Luigi D’Eramo, e l’assessore regionale di Forza Italia Mauro Febbo.

Al centro dello scontro la decisione di Febbo di appoggiare a Chieti il candidato sindaco civico Bruno Di Iorio, dissociandosi dalla posizione ufficiale di Forza Italia che sostiene il candidato della Lega, e del centrodestra, Fabrizio Di Stefano.

Ad innescare la miccia è stato D’Eramo che sul suo profilo Facebook scrive “Tradire la coalizione di cdx è un atto di vigliaccheria politica. Attaccare il leader del maggior partito italiano alleato al tuo denota confusione e rabbia. A Chieti vincerà Fabrizio Di Stefano e tu sarai relegato all’opposizione dell’opposizione. Ti ricordo come uomo coerente e la coerenza in politica è tutto: dimettiti”.

Il deputato del Carroccio, che commenta una nota condivisa dall’assessore, nella quale Forza Chieti, civica di Febbo in appoggio a Di Iorio, attacca il leader leghista Matteo Salvini, accusato di venire a Chieti a fare “passerelle”, si riferisce proprio a Febbo.

Dpo pochi minuti ariva la risposta di febbo: “Intanto prima di commentare bisognerebbe leggere cosa c’è scritto nel comunicato e da chi è firmato il comunicato. Magari faresti bene a ricordare cosa hai fatto nel 2012 tu a L’Aquila. Per il resto preferisco non commentare, e ce la vedremo al ballottaggio”, scrive, riferendosi alla candidatura a sindaco di D’Eramo contro il candidato del Pdl, Pierluigi Properzi.

“Ci vediamo prima del ballottaggio. Nel 2012 – risponde D’Eramo – insieme all’amico Giorgio De Matteis ed insieme a tutto il centrodestra abbiamo costituito la vera coalizione del centrodestra, perché il tuo partito e tu avevate scelto per L’Aquila un candidato sindaco di sinistra! Questo è accaduto nel 2012”.

“Devi essere innamorato della sinistra perché quest’anno a Chieti stai con Matteo Renzi e Giovanni Legnini, giusto?”, aggiunge riferendosi alle altre liste che assieme a Forza Chieti appoggiano Bruno Di Iorio.

“Ma lascia perdere – replica Febbo – conosci benissimo, perché ne abbiamo parlato nei diversi incontri nei tavoli regionali, le motivazioni della mia collocazione con liste civiche. Starei più attento nei pronostici e soprattutto in certe valutazione. E poi guarda chi avete “caricato” prima di dare giudizi”.

“Voi piuttosto togliete il simbolo di Forza Italia, che non vi sostiene quindi non siete il centrodestra”, dice ancora riferendosi sempre alla campagna elettorale, ormai agli sgoccioli.

Altre notizie che potrebbero interessarti

“Gran Concerto di Natale” a Luco dei Marsi

L’appuntamento è per il 20 dicembre, alle 21.00 presso la chiesa di San Giovanni Battista
Redazione IMN

Incidente mortale sull’A24 all’altezza di Carsoli: perde la vita una persona

Gioia Chiostri

37esima Tendopoli di San Gabriele: domenica da Cascia partirà la fiaccola della Speranza

Redazione IMN