INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Educazione ambientale, LNDC: “No cattedre ai cacciatori”

L’associazione sottoscrive l’appello promosso dalla psicologa Manzoni per dire “No” alla proposta di introdurre nella scuola una “educazione ambientale” affidata ai cacciatori

La Lega Nazionale Difesa del Cane interviene sulla proposta dell’educazione ambientale fatta dai cacciatori nelle scuole: “Impedire che salgano in cattedra coloro che uccidono per passione”.

L’associazione sottoscrive l’appello promosso dalla psicologa Annamaria Manzoni rivolto ai ministri Lucia Azzolina e Sergio Costa per dire “No” alla proposta di introdurre nella scuola una “educazione ambientale” affidata ai cacciatori. E invita i ministri a emanare linee guida che per legge impediscano l’accesso nella pubblica istruzione a chi per hobby pratica la prevaricazione sui deboli.

“È inconcepibile pensare che sia stata anche solo avanzata la richiesta”, commenta la presidente
dell’associazione Piera Rosati, “di introdurre lezioni tenute da cacciatori o cacciatrici.

Gli studenti sui banchi di scuola dovrebbero essere chiamati ad acquisire regole di rispetto verso i propri simili e nei confronti di ogni tipo e genere di vita, e non ad avere come modello chi produce violenza e morte”.

“Continueremo a portare avanti in ogni sede la lotta contro chiunque uccida animali e auspichiamo che i ministri a loro volta si attivino per evitare che simili proposte trovino spazio nelle attività formative scolastiche, che hanno invece bisogno di validi riferimenti che ripudino ogni tipo di violenza e prevaricazione, anche nei confronti della fauna selvatica”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Operazione Papavero, preso il rapinatore e violentatore di via Monte Velino

Redazione IMN

Avezzano, Boccia: «Promossa la scuola elementare di Via Salto»

Redazione IMN

Rete ospedali, piano vira verso la Marsica

Ieri incontro ad Avezzano. Sindaco Di Pangrazio: "Il confronto e il gioco di squadra vincenti"
Redazione IMN