INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA Sport

Ecomaratona, Ecotrail ed Archeorun, domenica a Collelongo i blocchi di partenza

Ultimo giro di clessidra in attesa del taglio del nastro di uno degli eventi più sentiti dell’intero panorama podistico. Gli sportivi di mezza Italia abiteranno il territorio marsicano e domenica, di buon’ora, scioglieranno le gambe ai blocchi di partenza della 22esima edizione dell’Ecomaratona dei Marsi.

42.195 metri in totale, espansi lungo un percorso avviluppato all’interno del perimetro comunale di Collelongo, con partenza ed arrivo in piazza ‘Ara dei Santi’. Tante novità pensate e volute, fortemente, dagli organizzatori, a partire dalla dislocazione del percorso: si passerà infatti anche dalla ‘Giostra’, area degli scavi archeologici, inizialmente non prevista sul tragitto di marcia. Da lì ci si riallaccerà al rifugio Aranello e, successivamente, al prato di Amplero.

Questo per quanto riguarda la 42 chilometri dell’Ecomaratona, poi ancora due diverse competizioni: la Ecotrail dei Marsi, dalla portata di 21 chilometri, alla sua prima edizione, attesa in contemporanea alle 8:30 del mattino, e l’Archeorun, la più breve, il cui percorso si concentrerà lungo un perimetro di 13 chilometri e la cui partenza è invece prevista alle 9.

L’intensa due giorni podistica sarà inaugurata nel pomeriggio di sabato, col benvenuto ufficiale ai concorrenti. In serata poi l’atteso “Ecoparty”, momento di stampo sociale, allietato da canti e balli in stile aggregazione, per celebrare l’evento con un sano entusiasmo. Attenti però a non fare troppo tardi, la domenica il risveglio arriverà presto. Alle 6 e 30 il ritrovo con l’accoglienza agli ultimi atleti e il ritiro delle pettorali. Poi, dopo i saluti del sindaco, le note toccanti dell’inno nazionale e la partenza dei primi corridori.

«Ad oggi le iscrizioni hanno toccato la cifra dei 500 atleti circa, di cui 150 quelli che gareggeranno per la 42 chilometri dell’Ecomaratona – ha spiegato l’organizzatrice Anna Maria Manna – a testimonianza del grande fascino dell’evento. Gli atleti arriveranno dalla Campania, dal Lazio, dal Molise, dalla Toscana, dalle Marche, dalla Puglia e persino dalla Sicilia. Ci tengo poi ad annunciare che ospiteremo gli organizzatori del ‘Trail Due Parchi’, la manifestazione di Arquata prevista nel mese di settembre, evidentemente provata dai recenti eventi sismici. I ragazzi saranno presenti durante l’intero arco dell’evento ed esporranno uno stand con vari prodotti enogastronomici dei contadini e degli agricoltori della loro terra. L’Ecomaratona vuole essere occasione di promozione del Trail Due Parchi e al tempo stesso di sensibilizzazione alla partecipazione degli sportivi dell’intero panorama nazionale. Siamo anche noi, purtroppo, consapevoli degli effetti negativi lasciati dal sisma, seppur in misura differente. Già dal 2009 abbiamo registrato un sensibile calo di affluenze alle nostre competizioni, e in un certo modo soffriamo ancora la situazione. All’epoca, a pochi giorni dal sisma, decidemmo comunque di non annullare l’Ecomaratona, volendo dare risposta e segnale di ripresa, anche morale. Come in quell’occasione, continueremo a lottare tutti i giorni».

 

 

 

 

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’Angizia ci ha preso gusto: altro 1-0 in trasferta e playoff ad un passo

Biancazzurri corsari a Nereto grazie a Guerra. Il Capistrello perde con la Torrese: la società alza ...
Redazione IMN

LFoundry, dipendenti al voto per rinnovo RSU

Elezioni sindacali in programma la settimana prossima. 1500 dipendenti chiamati al voto
Redazione IMN

Trasporti scolastici: la posizione di TUA

L’azienda di trasporti fa chiarezza sulla riapertura dell’anno scolastico
Redazione IMN