INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Ecco i 6 che vogliono cambiare Avezzano

I candidati che ambiscono alla poltrona di sindaco di Avezzano

Ecco i 6 che vogliono cambiare Avezzano

Cinque uomini e una donna. Una città chiamata alle urne per eleggere il nuovo sindaco dopo la prematura caduta dell’amministrazione De Angelis e la stagione del commissariamento. Ad Avezzano si scaldano i motori in vista delle elezioni amministrative fissate al 20 e 21 settembre. La corsa a Palazzo Città entra nel vivo.

Il primo ad annunciare la candidatura a sindaco di Avezzano è stato Mario Babbo. L’avvocato ed ex rugbista, sceso in campo già prima del diffondersi della pandemia, guiderà una coalizione formata da sei liste e gode dell’appoggio di Partito Democratico e Italia Viva, oltre che dell’ex consigliere regionale Emilio Iampieri, a capo della lista “Idea”.

La partita elettorale di Avezzano ha segnato una spaccatura all’interno dei partiti di centrodestra. La fuga in avanti della Lega, con tanto di endorsement di Matteo Salvini nei confronti del commissario provinciale Tiziano Genovesi, ha spiazzato gli alleati. La frattura si è ricomposta nei giorni scorsi, con Fratelli d’Italia, Udc e Idea-Cambiamo che hanno sciolto le riserve confermando il supporto a Genovesi. Resta ancora fuori dall’alleanza Forza Italia dell’ex sindaco Gabriele De Angelis. Gli azzurri hanno proposto la candidatura della presidente di Aciam Annamaria Taccone e insistono per la propria strada. De Angelis ha definito l’apertura di Genovesi agli alleati “tardiva e inusuale” e ha confermato la piena fiducia alla Taccone, professoressa di Economia Aziendale alla Luiss di Roma.

In lizza per la fascia tricolore anche Giovanni Di Pangrazio. L’ex sindaco (ha guidato la città dal 2012 al 2017) ha riproposto il tema di “Avezzano città territorio e guida dell’intera Marsica” al centro della sua agenda elettorale. In appoggio a Di Pangrazio, oltre all’ex candidato del Pd Roberto Verdecchia, la lista “Avezzano Città Territorio” di Rocco Di Micco e Bruno Di Cola, “Avezzano Giovani” di Cristian Carpineta e “Patto per la Marsica” dell’ex sindaco di Luco dei Marsi Cesidio Chiarilli. Secondo le ultime indiscrezioni dovrebbero essere otto le liste a supporto della coalizione guidata da Di Pangrazio.

Sarà della partita anche il comandante della Polizia Locale di Magliano de’ Marsi Antonio Del Boccio. L’ex capo della Polizia Provinciale (con un passato in orbita Fratelli d’Italia) di dice “pronto a scendere in campo offrendo una possibilità di riscatto politico-sociale”.

Completa l’organico dei candidati sindaco Nicola Stornelli, insegnante precario di storia e filosofia a capo della lista “Avezzano Bene Comune”, progetto alternativo di sinistra tra i cui promotori ci sono Potere al Popolo e Rifondazione Comunista.

Ha rinunciato alla corsa a Palazzo Città l’ingegnere Sergio Di Cintio “dopo una attenta analisi dovuta a motivi personali e a nuovi sviluppi lavorativi”. Di Cintio aveva avanzato la propria candidatura promuovendo il progetto dell’associazione “Il Coraggio delle Idee”. Fuori dai giochi anche il Movimento 5 Stelle causa defezioni personali provocate dal Covid.

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’Aquila, il Consiglio comunale si riunirà nuovamente il 29 marzo

Redazione IMN

Nel 2021 matrimoni infrasettimanali o in inverno

Un intero settore in ginocchio: Il 90% dei matrimoni rinviato al 2021
Redazione IMN

L’Azienda Bofrost dona 30mila euro in buoni alla ASL1

“E’ un atto di riconoscenza della nostra azienda verso medici e infermieri”
Redazione IMN