INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Eccellenza, L’Aquila scalpita: tre colpi per la D

I rossoblù ufficializzano Bisegna, Di Paolo e Lenart. La società punta ora Miccichè

Eccellenza: c'è Iodice per il Capistrello

Il prossimo campionato di Eccellenza abbraccia la prima tra le nobili decadute. In attesa del format definitivo del torneo (l’ipotesi dei due gironi è ancora al vaglio della Federcalcio abruzzese), questa mattina L’Aquila ha presentato il nuovo organigramma per la prossima stagione ufficializzando i primi colpi di mercato. Nella sala stampa dello Stadio Acconcia, la società del presidente Stefano Marrelli e del ds Luca Di Genova, ha annunciato gli ingaggi di Michele Bisegna, Francesco Di Paolo e Dawid Lenart. Tre colpi da novanta che proiettano i rossoblù del capoluogo in pole position nella corsa alla Serie D, impreziosita anche dalla presenza di Lanciano, Avezzano e Chieti (Tar del Lazio permettendo).

Novità di mercato ma anche conferme della squadra che ha stravinto gli ultimi due campionati di Prima Categoria e Promozione. Sotto il Gran Sasso, mister Roberto Cappellacci ritroverà ancora Pasquale Maisto, Giuseppe Catalli e Damiano Zanon. Ma la campagna acquisti dei rossoblù non si è ancora arrestata: nel mirino di Di Genova è finito anche Stefano Miccichè. L’esterno avezzanese avrebbe richieste anche dal Chieti, dove ritroverebbe il tecnico Alessandro Lucarelli, e dall’Avezzano.

Presente alla conferenza stampa anche il sindaco Pierluigi Biondi che ha confermato l’appoggio dell’amministrazione comunale al nuovo progetto del sodalizio rossoblù: “Porteremo avanti il nostro progetto di rafforzamento del calcio cittadino assieme”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

‘I Luoghi del cuore’, il recupero dei cunicoli di Claudio a portata di click

Redazione IMN

L’Aquila, arrestato un cinquantenne per spaccio

L’uomo nato a Viterbo, ma residente nel capoluogo abruzzese, è stato incastrato dalle articolate ...
Redazione IMN

Santa Croce, Di Paolo replica a Colella

«Nessun rischio per il bilancio dell'Ente»
Redazione IMN