INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Eccellenza, il verdetto dei primi 90 minuti

'Manita' del Chieti di Lucarelli sul Lanciano, Miccichè trascina i rossoblù

Eccellenza, il verdetto dei primi 90 minuti: Chieti e L'Aquila davanti a tutti

Un verdetto che sa già di sentenza. I primi novanta minuti hanno delineato il quadro: Chieti e L’Aquila partono in pole per la promozione, indietro Avezzano e Lanciano. Il ‘mini-torneo’ di Eccellenza ha già assegnato punti pesanti nella rincorsa alla Serie D: a portarsi a casa il bottino pieno le due compagini più accreditate – stando ai pronostici della vigilia – al salto di categoria. Tra gli uomini copertina del successo di neroverdi e rossoblù due marsicani: Alessandro Lucarelli e Stefano Miccichè.

Roboante il successo del Chieti di Alessandro Lucarelli. I neroverdi – di ritorno allo Stadio Angelini – hanno travolto il Lanciano con un pesante 5-1. Pratica già archiviata nel primo tempo, con le reti di Fabrizi e Galli. Nella ripresa il Lanciano accorcia con Imperatrice ma il Chieti è di un altro pianeta. La ‘manita’ finale è completata dai gol di Galli (doppietta), Rodia e Spadafora.

Sul velluto anche L’Aquila, trascinata dalla doppietta di Stefano Miccichè. Bello il gesto dell’attaccante avezzanese, che ha dedicato le reti all’amico Gianmarco Degni, scomparso nella tragedia del Monte Velino dello scorso 24 gennaio. Un gol per tempo (37′ e 25′) per regolare il Delfino Flacco Porto (che con i rossoblu condivideva la vetta della classifica prima della sospensione del campionato) e rilanciare le ambizioni del club del capoluogo.

Delusione di giornata l’Avezzano di Tonino Torti. I biancoverdi hanno sofferto un’ostica Renato Curi Angolana, in grande spolvero grazie soprattutto alle prove di Criscolo, Miani e Diop. I marsicani hanno riagguantato il match nel finale (vantaggio ospite con Casati al 43′): prima l’autorete di Mucciante (su cross di un impalpabile Pendenza) al 38′, poi l’espulsione di Di Renzo un minuto dopo. Biancoverdi che non hanno capitalizzato la superiorità numerica negli ultimi minuti: ghiotte le occasioni cestinate da Spinola (punizione salvata sulla linea da Diop), Castro e Pendenza (decisivo il portiere ospite Puddu).

Qualche polemica nel post partita. Il presidente Gianni Paris: “Avrei inserito prima Hyka e Braghini, nel calcio ci vuole coraggio”. La replica di Torti: “Erano mosse studiate, avevamo deciso per un primo tempo guardingo per fare la partita nella ripresa”.

Decisivo l’incrocio di domenica prossima a Lanciano. Mercato: vicino il ritorno di Eric Battilana. Il centrocampista croato – che era passato al Giulianova durante la pausa del campionato – si allenerà con il gruppo a partire da domani.

Nel prossimo turno debutterà il Capistrello di Paolo Giordani, atteso all’ostica trasferta proprio contro l’Angolana. Completerà il quadro Delfino Flacco Porto-Chieti. Riposo per L’Aquila.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Violenza sulle donne ultimo rifugio dei vigliacchi

Il presidente del Consiglio comunale di Celano: "Basta violenze sulle donne"
Redazione IMN

GDF sequestra profumi e cosmetici falsi

Il sequestro a Pescara al mercato di via Pepe, l’ambulante rischia fino a 20mila euro di multa
Redazione IMN

A Tagliacozzo il primo Congresso Magico del Centro Italia: 3 giorni di settembre dedicati al Mistero illusionista

Gioia Chiostri