INFO MEDIA NEWS
NEWS Sociale

Due giorni di Festa medievale a Celano: quando il viaggio nel tempo è a costo zero

Medioevo non è buio. Medioevo è luce. E, a Celano, luce fu. I territori credono molto nelle potenzialità degli uomini che li abitano. Essi, infatti, come fili di ferro o di rame, si lasciano manovrare dalla mano umana, nutrendo fiducia nel rispetto che potrebbe derivare dal rapporto terra-umanità. Gli uomini, però, dal canto loro, sono sicuri di credere abbastanza nel valore dei territori che governano? Guido Villa, Giovanna Della Rocca, Noto Rosa, Fiorella Congiunti, Luca Ceraso e Nestore Pestilli saranno gli organizzatori di ‘Celano in festa: tra antico e moderno’, una kermesse alla prima edizione, che includerà, oltre allo spirito di rivalutazione turistica del territorio, anche il senso più bello di identità e di folklore.

«Sostanzialmente, si tratterà – spiega Guido Villa – di un triangolo di eventi da vivere sotto un unico tetto, quale quello della rievocazione medievale. Celano, infatti, ha sempre goduto, dal canto suo, di una ‘clara fama’ in quanto a città carica di iniziative. – afferma ancora – Ora, però, grazie all’appoggio del Comune e a quello del Gal Terre Aquilane, potremo finalmente dare inizio, con un preciso squillo di tromba, ad una manifestazione più unica che rara. Tutti i celanesi saranno dei nostri: sarà possibile, in maniera assolutamente gratuita, prendere parte all’evento, infatti, prendendo effettivamente in prestito, nel vero senso della parola, un costume medievale a scelta, da indossare durante la due giorni festiva. Passanti, cittadini, turisti e curiosi dell’ultima ora potranno, quindi, godere della follia tipica di un centro cittadino che non vuole restare nell’ombra dal punto di vista turistico. Tre punti cardinali di Celano, – continua Guido Villa – quali Piazza IV Novembre, Parco della Rimembranza e Piazza Aia saranno tempestati, perciò, di novità e di folla in fibrillazione. Stiamo già contando tantissime adesioni da parte dei vari artigiani ed espositori che, assieme, realizzeranno un vero e proprio mercatino di popolo in Piazza IV Novembre, il quale prenderà possesso di una delle tre zone sopra citate, H24. Sarà un buon modo, questo, di ricongiungere la passeggiata tipica nel centro cittadino all’occhio vigile del commercio. Ogni spazio prescelto dei tre, di fatti, sarà dedicato ad una delle tre voci che caratterizzeranno questa epopea medievale. Tutto il centro storico, insomma, si infuocherà di una nuova fiamma sacra, quale quella di un accattivante stemma turistico, che sa in tutto e per tutto di Celano». Artigianato, gusto, sport, rievocazione storica ed allegria contagiosa medievale: ‘Celano in festa: tra antico e moderno’ non lascia la mano alla tradizione, pur contemplandone, però, un nuovo corso turistico.

14356022_1305055499505952_461517604_nToccherà, inoltre, alle varie Associazioni sportive del luogo l’atto di esporre le proprie ‘opere dinamiche’ e le proprie medaglie atletiche nell’area limitrofa al Castello Piccolomini, ossia al Parco della Rimembranza. «Hanno aderito alla manifestazione – aggiunge Villa – tutti i gruppi dello sport di Celano ed anche qualche associazione della città di Avezzano. Si tratterà di una specie di piccolo ma grande promemoria: un mini-evento che fa parte del calendario maggiore, ma che punterà a ‘mettere in vetrina’ tutte le varie realtà sportive che lavorano ed operano nella Marsica. Sarà possibile dedicarsi allo sport ed alle varie discipline sportive in maniera assolutamente gratuita. In Piazza Aia, invece, luogo cruciale dell’evento di due giorni – spiega ancora Villa – si avrà la ‘Festa della Birra Artigianale’ durante il sabato sera, la quale, però, sarà allestita in perfetto stile medievale. Ogni partecipante, di fatti, avrà cura di indossare un costume ad hoc proprio con l’intenzione di ricreare, nella location prestabilita, quel senso di un tempo oramai perduto». I vestiti verranno forniti dagli organizzatori stessi ed in forma totalmente gratuita. Il turismo, insomma, sembra, oggi, aver bisogno di ponti levatoi, navi da attacco ed eserciti motivati per riuscire a produrre qualcosa di buono. A Celano, assieme, si sta cercando di dar modo, a questa vocazione cittadina, di emergere fra le varie grinfie di un tempo moderno poco avvezzo alla riscoperta del passato in chiave rivalutativa. Anzi, è proprio il carattere della gratuità dell’evento che renderà queste due date assolutamente una mosca bianca fra le varie proposte cittadine. Come una reale festa di popolo e di comunità, infatti, gli espositori del mercatino di Piazza IV Novembre non dovranno pagare alcuna tassa comunale per poter sostare in loco. «Il 24 ed il 25 settembre saranno, quindi, – aggiunge Villa – due giorni di capovolgimento di una ipotetica calma piatta cittadina; ci aspettiamo una Celano energica, grintosa ed ammiccante. Al mercatino, prenderanno parte anche espositori provenienti dalle Marche e dall’Umbria. Cercheremo – conclude Villa – di dare una connotazione in totale stile medievale a tutto l’evento, tentando di riportare, nel ventre di Celano, gli umori degli artigiani di un tempo. Chi lavorerà il cuoio, chi il ferro, chi, ancora, il legno. Senza il pagamento del suolo pubblico, inoltre, daremo atto al libero commercio cittadino, il quale fattore soppesante ci è sembrato essere un aspetto fondamentale nel mezzo del pantano economico di oggi, soprattutto riguardo alle piccole attività». Sabato sera, per l’occasione, verrà chiusa temporaneamente anche via Roma, proprio per permettere a tutta la zona circostante di divenire isola pedonale. «Chiusi nel cerchio di una vita di vacanze romane, i turisti, a Celano, nei due giorni di fine settembre, potranno godere di una stagione autunnale di rilievo. Non vogliamo essere secondi a nessuno; – afferma, infine, Villa – la cultura, l’arte, la storia, il buon cibo, la vita e l’idea: a Celano, abbiamo tutto. In fondo, il Medioevo, fra spade, dame e cavalieri erranti, è solo una scusa per poter avere a disposizione un indomito cavallo bianco, sul quale far trottare al galoppo anche un’intera città».

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Gal Terre Aquilane, colpo di scena: prove di pace tra Di Micco e i soci

Redazione IMN

Si alza il sipario al Teatro dei Marsi: 14 grandi eventi aperti dal chitarrista Al Di Meola

Redazione IMN

Alessandra Di Girolamo è il nuovo assessore della Giunta comunale di Tagliacozzo

Redazione IMN