INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Droga nella Marsica: 32 persone a processo

Il punto di riferimento degli spacciatori era un attico di un palazzo signorile nel centro di Avezzano

32 persone a processo con l’accusa di spaccio.

Dovranno presentarsi lunedì in tribunale per l’udienza preliminare per rispondere di numerosi episodi di cessione di sostanze stupefacenti.

Gli imputati sono italiani e marocchini.

I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2013 e il 2014 e sono stati oggetto di una lunga indagine condotta dalla compagnia della Guardia di Finanza di Avezzano. 97 i capi di imputazione.

Le indagini hanno accertato che la banda gestiva l’attività illecita in un attico al quinto piano di un signorile palazzo nella centralissima via Montello.

Gli imputati, nel corso delle indagini sono stati monitorati dagli inquirenti con posizionatori GPS, intercettazioni telefoniche tra gli spacciatori e i clienti, intercettazioni ambientali tra gli spacciatori. Si tratta di numerosi episodi di vendita a clienti marsicani ed anche di cessioni di grandi quantitativi, in particolare viene contestata la cessione, nel 2013, di due kg di hashish, nella zona di Pescara.

Il giudice è la dottoressa Daria Lombardi, il pm titolare dell’inchiesta è Elisabetta Labanti. L’ampio collegio difensivo è composto dagli avvocati Gianluca Presutti, Mauro Ceci, Mario Del Pretaro, Gianluca e Pasquale Motta, Domenico Quadrato, Francesco Olivieri, Andrea Tinarelli, Roberto Verdecchia, Roberto Jaggereger, Romolo Longo, Leonardo Casciere, Antonio Pascale, Giovanni Fracassi, Michele Coccia, Alessandra Michetti, Tullio Zampacorta, Marco bartolomucci e Annunziata Morgani.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Ad Ovindoli il battesimo del brand ‘L’Aquila Mountains – le montagne d’Abruzzo’: spinta all’ingenium turistico

Gioia Chiostri

Coronavirus: in Abruzzo 2667 casi positivi

Rispetto a ieri si registra un aumento di 55 casi su un totale di 1151 tamponi analizzati
Redazione IMN

Lavoro, Pestilli (Fd’I): “Interventi per l’adozione dello smart working e formazione per imprese”

Pestilli: “Occorrono soluzioni per evitare perdita produttività aziende”
Redazione IMN