Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

Domenica amara per il Capistrello, una sconfitta per cominciare il 2017

Buona la prima del 2017 per il Morro d’Oro; i biancorossi del nuovo corso D’Eugenio conquistano tre punti importanti in chiave salvezza battendo sul neutro di San Nicolò il Capistrello, che aveva chiuso il vecchio anno superando la capolista Francavilla. La rete che ha spezzato gli equilibri del match porta la firma, in pieno recupero, di Arciprete. Tra i padroni di casa subito in campo gli ultimi arrivati Giammarino, Cichetti e Di Sante, eccezion fatta per Arciprete che parte dalla panchina. Nel Capistrello mister Torti deve rinunciare allo squalificato Edoardo De Meis e all’infortunato Dario Celli, sostituito da Luca De Meis. Arbitra D’Antuono di Pescara.

Dopo una prima fase di studio al 10′ è il Morro a rendersi pericoloso: Recchiuti, sull’out di sinistra, salta un paio di avversari e crossa in mezzo ma nessun compagno è pronto a raccogliere l’invito. La reazione rovetana, pochi minuti più tardi, è affidata al duo Dema-Lepre: il primo fa da sponda per il compagno, il cui tiro dai 25 metri si spegne tra le braccia di un attento Modesti. Intorno alla mezz’ora il Morro confeziona l’occasione più pericolosa della gara: su angolo battuto dalla destra, Di Sante, libero in area, tenta la conclusione di prima intenzione, con la sfera che accarezza il palo alla sinistra di Cattafesta, che se la cava soltanto con un grosso spavento. Nei restanti minuti della prima frazione non succede nulla; le due squadre tornano negli spogliatoi sul punteggio di 0-0. Nella ripresa, al 15′, attimi di paura per il giovane rovetano Fantauzzi, che sbatte la testa contro il muro che delimita il terreno di gioco e resta a terra per qualche minuto. Fortunatamente il calciatore, poco dopo, si rialza facendo tirare un sospiro di sollievo agli spettatori presenti sugli spalti.

In pieno recupero, quando la gara sembra destinata a chiudersi con il punteggio di parità, arriva il vantaggio teramano: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Colacioppo, il neo entrato Arciprete è bravo ad anticipare i difensori rovetani e a depositare alle spalle di Cattafesta. Per l’ariete aquilano si tratta della seconda rete con la casacca biancorossa. Nell’occasione proteste ospiti all’indirizzo del direttore di gara, che decide di assegnare il tiro dalla bandierina nonostante l’assistente avesse segnalato la rimessa dal fondo. Torna al successo il Morro D’Oro (non accadeva dall’8 dicembre) che sale a quota 21 punti, più due sulla zona play out. A fine gara il Capistrello ha scelto di non rilasciare dichiarazioni.

 

 

 

Articolo di Francesco Scamurra

Altre notizie che potrebbero interessarti

Comune di Luco dei Marsi, porte aperte ai giovani per l’alternanza scuola-lavoro

Redazione IMN

Carte d’identità elettroniche, sono 831 nel Capoluogo abruzzese ma c’è un difetto nel chip

Gioia Chiostri

Civita D’Antino: ‘torna a brillare’ il Palazzo Ferrante, al via un nuovo progetto di recupero e valorizzazione dell’edificio

Redazione IMN