INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Di Lorenzo, nuovo ingresso per la Casa di Cura

Con il nuovo ingresso, che tra l'altro ricalca le orme di quello storico, verranno garantiti spazi più ampi.

“Avremmo voluto che fosse l’occasione per una bellissima festa quella dell’apertura del nuovo ingresso della Casa di Cura Di Lorenzo, ma in tempi di Covid non è possibile! Nonostante le limitazioni abbiamo deciso comunque di non rinunciare alla benedizione del Vescovo dei Marsi Pietro Santoro che domenica 8 novembre alle ore 10,30 con la proprietaria della Casa di Cura Lucia Di Lorenzo accompagnata dalla Dirigenza sanitaria ed amministrativa, taglierà il nastro inaugurale per l’apertura del nuovo ingresso ed impartirà la benedizione ai nuovi locali”. Così in una nota stampa Lucia Di Lorenzo, amministratrice della Casa di Cura e della Clinica di Avezzano.

“A quasi 100 anni dall’inizio dell’attività – afferma Lucia Di Lorenzo – torniamo all’originario ingresso. La ragione per la quale non abbiamo rinunciato alla nuova apertura, benché non sia possibile organizzare un evento inaugurale, è che con il nuovo ingresso siamo in grado di garantire immediatamente spazi più ampi e molto più accoglienti all’utenza, aspetto che soprattutto in questo momento ci sembra prioritario”.

L’ingresso sarà operativo da lunedì 9 novembre. All’interno è anche presente un bar a disposizione dei clienti. “A breve, non appena istallato il nuovo ascensore, sarà possibile anche garantire un percorso privo di qualsiasi ostacolo per chi ha problemi di mobilità. Siamo certi che i clienti della Casa di Cura lo apprezzeranno e soprattutto ci auguriamo che la festa sia solo rimandata. Probabilmente sarà proprio il centenario della fondazione della Casa di Cura, il prossimo anno, a fornirci la possibilità di festeggiare la conclusione di tutti i lavori con gli utenti che da sempre ci sostengono!”, questa la conclusione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Ecologia, Mazzocca: successo del Corepla School Contest

Redazione IMN

Celano, altri 15 positivi

Il sindaco Santilli: "Origine del contagio da banchetti dopo cerimonie civili o religiose"
Redazione IMN

Tedeschi: “Asl e Regione non ci possono abbandonare”

E ringrazia tutti gli operatori sanitari, medici, infermieri e oss che stanno lottando da mesi e ...
Redazione IMN