INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Detenzione di armi e munizionamento da guerra: in carcere tre romeni

Ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizionamento da guerra l’accusa per tre romeni – due dei quali già ai domiciliari – arrestati dai Carabinieri di Chieti Scalo in quanto ritenuti di essere responsabili di una serie di furti verificatisi negli ultimi tempi. Nella loro abitazione, in una perquisizione domiciliare disposta dal sostituto procuratore della Repubblica Giancarlo Ciani, i Carabinieri hanno trovato monete da collezione, attrezzi da cantiere, spade antiche, pellicce e numerose cartucce da guerra di diverso calibro.

 

È stato Nox, uno dei cani addestrati a ricercare esplosivi, ad indirizzare i militari verso una cassettina in metallo nascosta nella rimessa agricola dell’appartamento perquisito, dove hanno rinvenuto i proiettili. Il valore della refurtiva è stimato intorno a centomila euro. Gli arrestati sono stati poi portati in carcere a Chieti su disposizione del Pm Marika Ponziani.

 

L’indagine era partita da un controllo di routine nei confronti delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, durante il quale i militari avevano notato sul letto alcune federe rubate qualche tempo prima in un appartamento. I militari le hanno fotografate e hanno mostrato le immagini alla proprietaria che le ha riconosciute immediatamente. Di lì si è sviluppata l’indagine.

 

 

Fonte: ANSA

 

Foto di: blitzquotidiano.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Tuffo culturale nelle ambizioni umane e nazionali dell’Associazione marsicana ‘Adhara Dairia’: intervista al femminile

Gioia Chiostri

13 gennaio 1915-2018: oggi la Marsica si ferma per il giorno della memoria dolorosa

Redazione IMN

Dall’assessorato alla cultura un video per raccontare e promuovere Civitella Roveto

Redazione IMN