INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Debutta la terza dose: già migliaia in Italia i tri-vaccinati

Sono 931 mila gli utenti da raggiungere con la terza somministrazione del farmaco. Resistono al vaccino alcuni milioni di italiani no-vax.

Debutto di livello per la terza dose del vaccino anti-Covid che, in questo esatto periodo – la fase iniziale – è riservato su chiamata delle Asl ed alcune categorie della popolazione, soggetti “fragili”. Poi sarà la volta degli ultra ottantenni e degli ospiti delle RSA.

Intanto persiste ancora una frangia di irriducibili del No al vaccino, così come specificato anche dall’Ansa: si tratta di alcuni milioni di italiani. Ieri, è stato il primo giorno per la somministrazione del ‘richiamo’ alle categorie vulnerabili indicate da una circolare del ministero della Salute: immunocompromessi, trapiantati, malati oncologici con determinate specificità.

“È un passo avanti importante per dare protezione a chi ha un sistema immunitario più debole”, ha detto il ministro Roberto Speranza.

“I vaccini – ha spiegato da parte sua il generale Francesco Figliuolo – ci sono, tutti i presidenti di Regione sono pronti anche per partire con la terza dose per i residenti delle Rsa, gli over 80 e per il personale sanitario: questo non appena il Comitato Tecnico Scientifico ci darà il via libera”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Nasce ‘Dono e ridono’: mercatino dell’usato della Caritas di Avezzano, per aiuti, possibilità e dignità

Kristin Santucci

Gioia dei Marsi: la Protezione Civile per gli afghani

Sono stati consegnati proprio questa mattina gli scatoloni con gli indumenti e con vestiario per i ...
Redazione IMN

Bando Sant’Antonio Sponga: convocata Commissione

Seduta fissata per l'11 febbraio alle 10
Redazione IMN