INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Dal 26 aprile torneranno le zone gialle

Oggi si è riunita la Cabina di Regia. I ristoranti potrebbero riaprire anche a cena, ma solo all'aperto. Resta in vigore il coprifuoco. Si darà precedenza alle attività non al chiuso. In zona gialla, le scuole saranno tutte con didattica in presenza. dal 1 giungo forse le palestre.

Oggi si è riunita la Cabina di Regia: la strada intrapresa è quella di una tiepida riapertura. Dal 26 aprile tornano le zone gialle, con l’apertura di tutte le attività di ristorazione, sport e spettacolo nelle aree a basso contagio da Covid, ma solo all’aperto.

Alle ore 15, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha tenuto una conferenza stampa nella quale è stato illustrato il nuovo piano in azione.

La cabina di regia “anticipa al 26 di questo mese l’introduzione della zona gialla – ha detto Draghi – ma con un cambiamento rispetto al passato, nel senso che si dà precedenza all’attività all’aperto, anche la ristorazione a pranzo a cena e alle scuole tutte, che riaprono completamente in presenza nelle zone gialla e arancione mentre in rosso vi sono modalità che suddividono in parte in presenza e in parte a distanza”.

Resta il coprifuoco alle 22, nella fase delle nuove aperture. Dovrebbero poi essere consentiti gli sport all’aperto, mentre gli stabilimenti balneari e le piscine all’aperto dovrebbero riaprire il 15 maggio. Il primo giugno, invece, potrebbero riaprire al chiuso anche le palestre.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Teramo, maxi operazione dei Carabinieri all’alba: 80 militari contro un giro abruzzese di spaccio di droga

Redazione IMN

Ancora fango sulla ricostruzione post terremoto: emesse 10 ordinanze di custodia cautelare

Redazione IMN

Borse di studio, Sclocco: «Si lavora per incrementare il fondo»

Redazione IMN