INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Crollo viadotto di Genova, l’Ordine dei geologi nazionale: «Dare avvio a una svolta culturale»

«Il crollo del ponte autostradale Morandi avvenuto a Genova, che si sarebbe verificato per cause di natura strutturale, conferma ancora una volta la necessità di dare avvio a una svolta culturale che veda finalmente l’adozione di un vero piano nazionale di manutenzione dell’edificato e di controllo del territorio». Questo il commento del Consiglio Nazionale dei Geologi in merito al cedimento del viadotto sul torrente Polcevera.

«Molte delle infrastrutture viarie italiane – prosegue la nota del CNG – sono state costruite negli anni ‘60 e ‘70 e si rifanno dunque a normative tecniche non adeguate agli utilizzi e ai carichi di esercizio attuali, ma molte di esse sono anche carenti dal punto di vista della sicurezza geologica e sismica, perché il contributo di queste discipline non era contemplato dalle allora vigenti normative. E in tutto il Paese sono migliaia i ponti e i viadotti che rientrano in questa casistica».

«Per evitare che si ripetano tragedie simili – secondo i geologi – è indispensabile attuare una seria politica di prevenzione dai rischi, finalizzata alla sicurezza e alla pubblica incolumità dei cittadini e a un sicuro risparmio economico solo attraverso un piano straordinario di manutenzione e messa in sicurezza delle opere esistenti e del territorio, richiamato dopo ogni tragedia ma subito dopo sempre finito nel dimenticatoio».

Fonte: Asipress

Foto di: Wallnews24

Altre notizie che potrebbero interessarti

Celano, riapre lo Stadio Piccone

Il calcio celanese torna a casa
Redazione IMN

Scosse nel Maceratese di 4.0 e 3.6: torna la paura

Gioia Chiostri

Premio Pirolo ai Vigili del Fuoco di Avezzano: giornata dedicata alla sicurezza sul lavoro all’Istituto Scolastico ‘Galilei’

Redazione IMN