INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Crisi Covid: domani manifestazione nazionale Confesercenti

"Portiamo le imprese fuori dalla pandemia", estesa azione di protesta e sensibilizzazione nazionale a cui si uniscono le sedi Confesercenti della Provincia dell’Aquila

Mercoledì 7 aprile è indetta una manifestazione di protesta e sensibilizzazione di Confesercenti a livello nazionale.

Una protesta “a distanza” che vuole coinvolgere gli imprenditori, renderli partecipi e parte attiva per indurre Governo, Parlamento e Regioni a condividere le nostre proposte: sostegni adeguati alle perdite realmente subite e ai costi fissi sostenuti, credito immediato, una vera accelerazione sui vaccini e, soprattutto, un piano per ripartire.

Anche in Provincia dell’Aquila, sarà organizzata un’assemblea in videoconferenza, alle ore 10:30, con l’obiettivo di rafforzare la manifestazione nazionale e far sentire la voce delle imprese del territorio.

A poco più di un anno dal lockdown totale che ha investito il Paese, il sistema economico è allo stremo, rischia di collassare. Non è esclusa nessuna categoria, ma le filiere legate al turismo, al commercio ed ai servizi, sono quelle più colpite. Si tratta, quasi sempre, di piccole imprese, spesso familiari, che con i propri collaboratori rappresentano l’ossatura del sistema economico del nostro territorio e in questo tragico momento della storia, dovrebbero occupare il primo posto nell’agenda della politica.

Basta, non ce la facciamo più: o ci danno dei rimborsi seri sulla base di quanto è stato perso effettivamente o qui chiudiamo tutti”. Questo il grido di allarme lanciato da Confesercenti, al quale si uniscono i rappresentanti locali.

Filiberto Figliolini, Presidente di Confesercenti Area Avezzano e Marsica e Mario Antonelli, Presidente di Confesercenti L’Aquila e Comuni del Cratere, invitano la categoria a partecipare all’iniziativa di protesta e sensibilizzazione, che come detto si svolgerà “a distanza”, nel rispetto delle normative vigenti. Le imprese, attaccano i due Presidenti, sono allo stremo, se dal Governo non arriveranno le risposte attese l’unica ipotesi rimarrà la chiusura, per sempre. Serve un decreto imprese, con sostegni adeguati e credito immediati. Soprattutto serve un piano per ripartire. Queste le proposte saranno oggetto di una petizione online, che sarà possibile sottoscrivere su www.confesercenti.it dal giorno 7 aprile.

La mobilitazione di Confesercenti, con iniziative sui social e interviste ai vertici dell’associazione di categoria, interesserà tutto l’Abruzzo e tutti i settori rappresentati dall’Associazione.

Nel pomeriggio di Mercoledì 7 aprile, dalle ore 18.30, sempre on line, si terrà anche l’ASSEMBLEA DEGLI ACCONCIATORI ED ESTETISTE DI CONFESERCENTI ABRUZZO.

Parteciperanno i Responsabili di Confesercenti Immagine e Benessere: Filiberto Figliolini (Presidente Nazionale degli Acconciatori) e Arianna Pulsoni (Presidente Regionale del Settore estetica)

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’artigianato abruzzese in mostra a Matera

Febbo: «Biglietto da visita straordinario per il nostro territorio»
Redazione IMN

Gli orari estivi degli uffici postali

Le ferie agli impiegati porteranno alla chiusura di numerosi sportelli
Redazione IMN

Tribunale Avezzano, Di Pangrazio incontra Colucci

Il candidato: "Metterò in atto azioni concrete insieme a tutta la cittadinanza"
Redazione IMN