INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Covid L’Aquila, Romano (IV): “Consiglio straordinario”

Il capogruppo: "L'Aquila p la prima città d'Abruzzo per contagi, situazione drammatica"

“Dei sette documenti che compongono l’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, ben quattro sono a mia firma e benché perfettamente attagliati alle problematiche cittadine e meritevoli di una discussione e un approfondimento nell’assise civica, sono disposto al loro immediato rinvio alla prima seduta utile per permettere un Consiglio Comunale straordinario sulle questioni sanitaria e sociale in città. Auspico che anche i colleghi Colonna e Silveri vogliano seguire questa linea e, mossi dalle mie medesime finalità, vogliano rimettere alla presidenza del Consiglio le loro tre mozioni”. È quanto afferma Capogruppo Italia Viva al Consiglio comunale dell’Aquila, Paolo Romano.

“L’ Aquila – continua – oggi è la prima città d’Abruzzo per contagi, una situazione drammatica che vede centinaia di famiglie in quarantena o isolamento precauzionale, con una crescente percentuale di coloro che non ancora ricevono informazione su tempistiche e procedure di screening, che si vedono raggiunti solo dalla voce preregistrata della Asl che, previa digitazione numerica, si informa sui sintomi. Mi chiedo come si possa pensare che un tale strumento venga utilizzato in maniera corretta dalla popolazione anziana e quanto riesca a lenire ansie e paure di chi aspetta una informazione puntuale e coordinata da parte sia di Asl che di Comune, non ultime quelle di stretta competenza dell’assessorato al Sociale. Non è un segreto che la povertà stia crescendo e che si abbia necessità del ripristino dei servizi fondamentali di assistenza a chi oggi ha più bisogno e che alla quarantena somma anche fragilità sociali.

Più di una volta in questi mesi sono state sottolineate dall’opposizione in Consiglio le carenze di informazione alla popolazione che non possono e non devono risolversi con la pappardella fatta da Biondi sui social sulle corrette procedure da seguire per evitare i contagi. Il Sindaco, massima autorità di Sanità e Protezione Civile sul territorio, ha il dovere di informare la cittadinanza attraverso il Consiglio Comunale per salvaguardarne la tenuta sociale e sanitaria. Riunioni una tantum, corredate da appelli all’unità alla presenza dei consiglieri regionali d’opposizione svelano solo furberia e opportunismo quando non sono seguite da atti concreti; credo che in questo solco di riflessione il Consigliere Di Benedetto abbia rotto gli indugi e richiesto a sua volta un consiglio straordinario.

Voglio essere molto chiaro sia con il presidente dell’assise comunale che con il primo cittadino: non sto chiedendo, come del resto ho fatto senza successo durante il lockdown di primavera, un maggiore coinvolgimento delle forze politiche di opposizione; sto pretendendo che la città più colpita d’Abruzzo, il capoluogo di regione, possa discutere attraverso il Consiglio Comunale tutto, una situazione che è già fuori controllo.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Università, Genovesi: “Servizi a studenti”

Il candidato sindaco incontra associazione “Universitari in Movimento”: "Ascoltate istanze finora ...
Redazione IMN

I primi 180 giorni di Marco Marsilio

Bilancio dei primi 180 giorni di Governo. "L'Abruzzo è una regione che deve decidere; non può ...
Redazione IMN

Sirente-Velino, in 55.000 contro il taglio del parco

La petizione online lanciata da un fronte di associazioni per proteggere la riserva naturale cresce ...
Redazione IMN