INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Covid: Boom casi, ma Pescara verso riapertura scuole

Vertice in Prefettura. Decisione definitiva tra lunedì e martedì

Scuole chiuse a Carsoli per mancanza di energia elettrica

Nonostante l’impennata di contagi e il rapido peggioramento della situazione, a Pescara si sta valutando, a partire da mercoledì, la riapertura delle scuole, chiuse dal sindaco, su indicazione della Asl, dall’8 al 16 febbraio.

La decisione definitiva – si legge sull’Ansa – verrà presa tra lunedì e martedì, ma sembra che l’orientamento sia quello di consentire la ripresa delle attività didattiche in presenza per le scuole elementari e per le prime medie.

Tutte le altre rimarranno chiuse per effetto della zona rossa.

Stamani vertice in Prefettura, alla presenza dei sindaci, dei rappresentanti della Asl e dell’Ufficio scolastico.

All’origine delle valutazioni, non solo gli aspetti sanitari, ma anche quelli socio-economici e i disagi vissuti dalle famiglie con la chiusura delle scuole.

Sembra che gli screening eseguiti sulla popolazione scolastica stiano dando risultati confortanti, nonostante la diffusa circolazione della variante inglese – a cui a Pescara è riconducibile più di un caso su due – che contagia più facilmente i bambini.

Alla luce dei dati dei prossimi giorni verrà presa una decisione definitiva sulla questione.

A Pescara il sindaco aveva disposto lo stop alle attività didattiche in presenza a causa del repentino aumento dei contagi, soprattutto tra i bambini. Altri comuni più piccoli hanno adottato provvedimenti analoghi, mentre in tutta la provincia sono decine le classi in quarantena.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Serie di furti nel territorio di Avezzano: finisce agli arresti domiciliari una 20enne di Roma

Redazione IMN

L’assessore Liris a Sante Marie per il Cammino dei Briganti

Ha incontrato il sindaco Lorenzo Berardinetti, che è anche presidente regionale Uncem, vale a dire ...
Redazione IMN

Snam Sulmona, Casini: «La battaglia va avanti»

Il sindaco di Sulmona commenta la sentenza con cui il TAR ha rigettato il ricorso della Regione
Redazione IMN