INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Covid-19, le misure per lo sport

Ecco le misure che riguardano le manifestazioni sportive, differenziate su base territoriale

Covid-19, le misure per lo sport

Il DPCM emanato il 1 marzo dal Presidente del Consiglio dei Ministri per contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19 prevede, tra le altre, misure che riguardano le manifestazioni sportive, differenziate su base territoriale.

Di seguito una sintesi delle principali misure del decreto riguardanti le manifestazioni sportive.

“Zona rossa”: Comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, Vò

Negli undici comuni dove si sono verificati focolai di nuovo coronavirus sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni sportive (di ogni ordine e disciplina) sia nei luoghi pubblici che in quelli privati, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico (Art.1 DPCM).

Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto; Province Pesaro e Urbino, Savona, Bergamo, Lodi, Piacenza, Cremona:

il Decreto dispone la sospensione fino all’8 marzo 2020 delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici o privati. Restano consentiti eventi e competizioni sportive, inclusi gli allenamenti, solo all’interno di impianti sportivi a porte chiuse nei Comuni diversi da quelli di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, Vò.

Sospese, sempre fino all’8 marzo 2020, tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonchè gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico.

Nessun divieto allo svolgimento delle attività nei comprensori sciistici, a condizione che il gestore provveda alla limitazione dell’accesso agli impianti di trasporto chiusi assicurando la presenza di un massimo di persone pari a un terzo della capienza (funicolari, funivie, cabinovie, ecc.).

Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto; Province Pesaro e Urbino, Savona

Vietate le trasferte dei tifosi residenti nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle province Pesaro e Urbino e Savona per la partecipazione a competizioni sportive che si svolgono nelle restanti Regioni e Province (Art. 2).

Regione Lombardia e Provincia di Piacenza

Sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, di benessere, termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi (Art.2).

Altre notizie che potrebbero interessarti

Campionato Juniores Elite, Pucetta superstar

Gioia Chiostri

Lutto nella Diocesi dei Marsi: muore monsignor Domenico Ramelli

Redazione IMN

La giornata della prevenzione cardiovascolare

La organizza la Pinguino Nuoto per sabato 18 maggio
Redazione IMN