INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Coronavirus, tenda pre triage all’Ospedale di Avezzano: come funziona?

E' stata allestita dalla Croce Rossa Italiana questa sera stessa, dinanzi al Pronto Soccorso dell'Ospedale Civile.

Ad allestire la postazione “filtro” per le urgenze, dinanzi all’Ospedale di Avezzano, in seno all’organizzazione sanitaria locale per l’emergenza Coronavirus, la Croce Rossa Italiana di Avezzano, che ha montato la struttura, questa sera stessa. Si tratta di una tenda pneumatica per il pre triage, analogamente a quanto già realizzato in altre strutture ospedaliere, su disposizioni governative.

Un filtro fisico vero e proprio, capace di selezionare e identificare i vari ingressi al nosocomio, proprio per distinguere i possibili casi di contagio da Coronavirus dalle normali febbri o raffreddori stagionali. “Il personale medico e sanitario, all’interno di questa struttura momentanea di scrematura, porrà delle domande ai pazienti che si presenteranno, per identificare i sintomi. Se gli operatori dovessero accorgersi di un caso sospetto di contagio del virus, a quel punto, la persona verrà condotta direttamente al reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale. Se qualcuno dovesse presentare una sintomatologia sospetta, insomma, si metterà in moto il protocollo sanitario previsto e standard”, così il presidente regionale di Croce Rossa Italiana, Gabriele Perfetti, ascoltato dalla nostra redazione.

All’interno della struttura opererà esclusivamente il personale sanitario dell’Ospedale. Domani, una nostra troupe racconterà con immagini e video dal posto il funzionamento effettivo della tenda pre triage.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Esercita violenza su una giovane nigeriana con cui condivide l’appartamento: arrestato

Redazione IMN

Masterplan Abruzzo: oggi all’Aquila conferenza stampa con il Ministro De Vincenti

Redazione IMN

Motociclisti sfrecciano sulla strada senza controllo: 2 sequestri

Verifiche sulla strada statale 80 e lungo le vie che portano a Campotosto. Motociclisti sotto la ...
Redazione IMN