INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Coronavirus: 240 nuovi contagi in Abruzzo

3254 tamponi eseguiti, 2 le vittime

Sono complessivamente 38834 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 240 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 90 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 42, di cui 11 in provincia dell’Aquila, 23 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Chieti e 6 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 1311 (una donna di 76 anni della provincia dell’Aquila e un uomo di 77 della provincia di Pescara).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 26276 dimessi/guariti (+171 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11247 (+67 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 557650 tamponi molecolari (+3254 rispetto a ieri).

443 pazienti (-10 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 41 (+1 rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10763 (+76 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 11684 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+50 rispetto a ieri), 8465 in provincia di Chieti (+34), 7934 in provincia di Pescara (+126), 10258 in provincia di Teramo (+43), 328 fuori regione (+4) e 165 (-17) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Sante Marie si veste di fascino e di bellezza: tutto grazie a Madre Natura!

Gioia Chiostri

VIDEO. Avezzano: concorso agenti di Polizia Locale, la sete d’onore degli aspiranti marsicani

Redazione IMN

Maltempo: Allerta arancione nella Marsica

Bollettino di criticità regionale: rischio idraulico diffuso, criticità moderata
Redazione IMN