INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Contributi per giochi inclusivi, Di Cintio: «Comuni valutino opportunità»

Il Coordinatore Marsicano del PSI protocolla la richiesta al Comune di Avezzano

Contributi per giochi inclusivi, Di Cintio: «Comuni valutino opportunità»

«Come coordinatore Marsicano di un Partito, il PSI, mi sono sentito in dovere di portare all’attenzione, di tutti gli Amministratori dei Comuni Marsicani, la possibilità di abbattere le barriere architettoniche nei parchi gioco pubblici con l’acquisto di giochi inclusivi». È quanto affermato dal Coordinatore Marsicano del Partito Socialista italiano, Sergio Di Cintio, che pone all’attenzione dei comuni marsicani il bando, promosso dalla Regione Abruzzo, sull’acquisto e l’installazione di giochi inclusivi nei parchi gioco pubblici, ai fini della “piena integrazione sociale di bambini e ragazzi con disabilità”. «Questo perché ritengo – continua Di Cintio – che un esponente politico debba condividere l’occasione dell’integrazione sociale che, come in questo caso, permette di avere parchi gioco pubblici accessibili ed inclusivi, e cioè con i percorsi, i servizi dell’area gioco, le strutture ludiche e tutti gli altri componenti dell’area scelti in funzione di un utilizzo possibile da tutti i bambini e ragazzi, con ogni tipo di abilità».

In alcuni Comuni, purtroppo, il personale ha incarichi a scavalco e non può essere sempre presente per verificare queste opportunità. La data di scadenza del bando è fissata per il prossimo 12 dicembre, così è nata l’esigenza di divulgare, il più velocemente possibile, la possibilità di poter accedere a questi contributi.

Nei giorni, il coordinatore marsicano del PSI ha protocollato la richiesta al Comune di Avezzano una proposta di verifica di partecipazione al bando.

Il fondo straordinario, messo a disposizione dalla Regione Abruzzo, permette, tramite questi contributi, l’acquisto di giochi inclusivi da installarsi nei parchi gioco pubblici ai fini della piena integrazione sociale di bambini e ragazzi con disabilità e vengono assegnati nella misura massima del 100% delle spese ammissibili che determinano il costo dell’intervento, Iva inclusa, con un massimo di contributo erogabile pari 25 mila euro per Comune.

Gli interventi ammessi a contributo sono: il superamento delle barriere architettoniche ai fini dell’accessibilità e messa in sicurezza dell’area giochi inclusiva; la fornitura e messa in opera di giochi inclusivi e strutture di gioco combinate e la fornitura e posa di singoli elementi (p.es. mancorrenti, segnaletica, segnaletica specifica per non vedenti, ecc.) necessari a garantire la fruibilità dell’area gioco da parte di bambini con disabilità.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Campionati Nazionali Universitari, l’Aquila attende 4 mila ospiti

Redazione IMN

Verso il distretto rurale della Marsica: Berardinetti «Poste le basi per il rilancio del territorio»

Redazione IMN

VIDEO. Ieri allerta arancione per l’Abruzzo, ad Avezzano continua il monitoraggio degli alberi per evitare ripercussioni

Redazione IMN