INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Continua lo screening per i lavoratori penitenziati in Provincia

Continua lo screening per i lavoratori penitenziari. FP CGIL: "Riconosciamo le nostre rivendicazioni ed apprezziamo l'attenzione della Prefetta Torraco. Auspichiamo ulteriori calendarizzazioni dei test".

Sanità penitenziaria, la FP CGIL chiede chiarezza alla Regione

Continua l’attenzione, in termini di prevenzione, con l’attività di screening, a mezzo tamponi molecolari presso i drive-through organizzati scrupolosamente dall’Arma dei Carabinieri, a favore delle lavoratrici e lavoratori degli Istituti Penitenziari e dei Servizi Minorili del distretto aquilano.

A darne notizia è Giuseppe Merola, della FP CGIL dell’Aquila, che evidenzia la necessità di una capillare e costante prevenzione, visto il perdurare della pandemia, “affinché – si legge – vengano esautorate episodi di contagio da COVID-19“.

“Dopo le preoccupanti positività accertate in alcuni carceri abruzzesi, compreso L’Aquila e Sulmona, dove la FP CGIL ebbe a rivendicare urgenti interventi di monitoraggio per i lavoratori, appellandosi anche alla Prefetta Cinzia Torraco, alla quale riconosciamo l’impegno istituzionale, apprezziamo l’attuale costante attenzione verso le nostre lavoratrici e lavoratori – continua Merola – con lo screening a cadenza mensile, presso i presidi mobili dell’Aquila, Sulmona ed Avezzano”.

“Auspichiamo ulteriori e prossime calendarizzazioni di test – conclude il sindacalista – a salvaguardia dell’incolumità fisica della collettività penitenziaria e pubblica, atteso che l’attività sindacale della FP CGIL è da sempre volta alla tutela del lavoro e della salute”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Coronavirus: positivo al primo test un uomo di Vasto

È il sesto caso di Covid-19 in Abruzzo, si attendono controanalisi
Redazione IMN

Aeroporto d’Abruzzo, work in progress: niente voli per i lavori sulla pista

Kristin Santucci

Da ieri di nuovo operativo bar della Nova Salus

Una riapertura e una ripresa dell'attività che sono sicuramente di buon auspico in un'era maledetta ...
Redazione IMN