INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Concorsi Asl: entro novembre altri 334 “tempi indeterminati”

Lo annuncia l'assessore Verì. La selezione per collaboratore amministrativo è per le esigenze di personale delle Asl di Teramo, Avezzano-Sulmona-L’Aquila e Lanciano-Vasto-Chieti. In questo caso gli ammessi al concorso sono 1400.

Asl1, assunzione 60 infermieri a tempo indeterminato

“Entro il prossimo 30 novembre saranno conclusi i concorsi e si procederà all’assunzione a tempo indeterminato di 334 figure professionali (196 operatori socio-sanitari, 90 infermieri e 48 collaboratori amministrativi) nelle Asl abruzzesi”.

Lo sottolinea l’assessore regionale alla salute, Nicoletta Verì.

Il concorso per operatori socio-sanitari coinvolge le Asl di Teramo, Avezzano-Sulmona-L’Aquila e Lanciano-Vasto-Chieti: i candidati che hanno presentato domanda di ammissione sono 8180.

Quello per infermieri riguarda la Asl di Teramo e le istanze di partecipazione sono state 5005.

La selezione per collaboratore amministrativo è per le esigenze di personale delle Asl di Teramo, Avezzano-Sulmona-L’Aquila e Lanciano-Vasto-Chieti. In questo caso gli ammessi al concorso sono 1400.

Nei prossimi giorni saranno comunicate ai partecipanti le date e le modalità di svolgimento delle prove.

“Un ulteriore passo, cui ne seguiranno immediatamente altri – rimarca la Verì – per rafforzare gli organici delle nostre aziende sanitarie, dopo anni di blocco delle assunzioni. Dal marzo 2019 ad oggi, invece, questo governo regionale ha autorizzato il reclutamento di 5371 figure professionali: 2290 a tempo indeterminato, 2519 a tempo determinato e 562 con contratto co.co.co.”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

SEGEN conferma Fernando Capone al vertice della società

Redazione IMN

Il Capistrello fa l’impresa: Chieti battuto 1-0

Va a Giordani la sfida tutta marsicana con Lucarelli. Per i granata decisivo Franchi
Redazione IMN

Sindacati: LFoundry è una delle 161 vertenze irrisolte in Italia

Chiesto l’intervento delle segreterie nazionali sul Ministero dello Sviluppo Economico
Redazione IMN