INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Coltiva in casa sostanze stupefacenti, finisce agli arresti domiciliari

Un 32enne di Turrivalignani (Pescara) ieri sera è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. In casa aveva 122 piante di cannabis, 300 grammi di marijuana, oltre mille semi di cannabis e 100 flaconi di metadone. Il 32enne nella notte è stato fermato ad un posto di controllo ad Alanno (Pescara), dai carabinieri della Stazione di Rosciano (Pescara) e della Compagnia di Penne, guidati dal capitano Alessandro Albano, insieme ai colleghi del 10/mo Reggimento Campania. Addosso aveva 3 grammi di marijuana e, quindi, i militari dell’Arma hanno perquisito prima la vettura e poi l’abitazione del giovane. Nello specifico, in casa sono state trovate 122 piante di cannabis, di altezza compresa tra gli 80 e i 90 centimetri, già messe ad essiccare in un capanno vicino all’abitazione. I carabinieri, inoltre, hanno rinvenuto 300 grammi di marijuana pronta all’uso, oltre mille semi di cannabis e 100 flaconi di metadone, in parte già utilizzati. Trovati anche due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

 

Fonte AGI

Altre notizie che potrebbero interessarti

Acqua Gran Sasso, secondo l’Osservatorio Indipendente è una pre-crisi conclamata’

Alice Pagliaroli

Tagliacozzo, tornano il mito e la leggenda di Ascanio Mari: una cultura senza tempo e con tanta memoria

Redazione IMN

Si incamminano sul Morrone ma perdono l’orientamento: due ventenni salvati dai Vigili del Fuoco

Redazione IMN