INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

‘Colori primari’ in concerto, si suona rivolti verso gli U.S.A.

La musica presentata sotto forma di prescritta medicina e di essenziale cura delle debolezze. A stento, si riesce, infatti, a credere che sia effettivamente una mera questione di armoniose note musicali l’atto di risorgere quando il buio sembra, oramai, essersi impossessato anche delle più piccole e tenui cose umane. 

Il gruppo musicale ‘Colori primari’, però, arriva in soccorso, o meglio, torna insieme, per dare un po’ di colore alla particolare storia del piccolo Franco. Testimone, questo piccolo bambino di soli otto anni, di come sia davvero la musica una Musa ispiratrice capace di innescare forza ed energia.

Giuseppe Ippoliti, membro del solidale gruppo musicale, dopo essersi confrontato con la mamma di Franco, racconta con molta accuratezza e sensibilità, la particolare storia del piccolo ad InfoMediaNews.it: «Franco è nato prematuro, a 7 mesi. Durante il parto, è stato in sofferenza fetale; questo significa che non è arrivato ossigeno al suo cervello. Il danno causato da questa complicazione, ha il nome di Tetraparesi Distonica Ipotonica: inizialmente i muscoli della testa, della schiena e del resto del corpo non avevano abbastanza forza per farlo stare in piedi, e, inoltre, presentava sintomi di spasticità. Dopo laiuto ed il soccorso di molta terapia, oggi Franco, a 8 anni, è diventato Diplegico, il che significa che, dal bacino in su, ha recuperato quasi tutti i movimenti del corpo; di fatti, muove anche bene le mani e le braccia».

«Questo permette a Franco di coltivare la sua immensa passione per la musica. Lui, infatti, richiede costantemente che, intorno, ci sia melodia, in ogni attimo; inoltre, quando torna a casa, si mette subito a suonare il piano digitale. Franco parla poco, nel senso che le parole escono con difficoltà dalla sua bocca . Ma ha con sé un ‘comunicatore portatile’, il che gli permette di relazionarsi con tutti e  possiede, inoltre, anche un computer parlante touch screen: lui tocca ed il computer parla automaticamente in base all’azione compiuta. Franco fa 5 fisioterapie a settimana, di cui solo due passate’ dalla ASL; grazie alla sua costanza, però, ora si muove a casa per mezzo di un deambulatore e di tutori per le gambe».

«Per far camminare Franco, i suoi genitori – continua a raccontare il musicista – hanno girato moltifoto-dentro-associazione ospedali ed hanno scoperto, dopo tanto, che al Gaslini di Genova stanno sperimentando una nuova operazione che potrebbe aiutarlo a camminare per davvero. Però, l’idea della sperimentazione, sembrava loro rischiosa ed allora, continuando a cercare, sono riusciti a mettersi in contatto con due medici americani, nel New Jersey, esperti in microchirurgia plastica; gli specialisti hanno visitato Franco ed hanno dichiarato che la percentuale di riuscita dell’intervento è pari al 99%. Il costo dell’operazione, più la riabilitazione, è di 180 mila euro ai quali vanno aggiunti altri 31,200 dollari per l’affitto di un appartamento in America; senza calcolare, poi, il viaggio ed il vitto. I genitori di Franco, quindi, a fronte di ciò, hanno venduto tutto quel che avevano ed hanno ipotecato la loro casa, chiedendo anche un mutuo liquido in banca. I medici hanno comunicato alla famiglia di organizzarsi per la partenza, che potrà avvenire dal 15 novembre in poi». La storia di Franco ha commosso tutti, ed in particolare, il gruppo musicale ‘Colori Primari’ attraverso il quale, la ‘beneficenza’ della musica stessa verrà condivisa in un concerto che si svolgerà domenica 30 ottobre, fra le mura del Teatro di San Rocco. L’invito è rivolto, naturalmente, a tutte quelle persone che desiderano dare sostegno alla famiglia, la quale, dovrà avere a che fare, dunque, con un costoso e complesso intervento.

Il viaggio di Franco verso gli U.S.A., quindi, previsto intorno a metà novembre,verrà riprodotto attraverso «un vero e proprio viaggio musicale, in cui ripercorreremo tutte le nostre canzoni di sempre. Ci sarà, naturalmente, anche uno spazio dedicato, in cui racconterò tutto questo al pubblico presente al concerto: si tratterà di uno spazio interamente rivolto al piccolo» conclude, infine, Giuseppe Ippoliti. Francesco Di Cicco, altro membro della band, inoltre, ha voluto sottolineare che: «Per noi è un piacere poter contribuire ad una causa così importante. Vorremmo, di fatti, far di più anche per altre cause, ma, come si suol dire, il bene incomincia dalle piccole cose. La musica ha un grande potere: quello dell’aggregazione. Unisce gli animi e le persone ed è, inoltre, un ottimo veicolo per portare all’attenzionefoto-dentro-colori-primari di tutti un argomento così importante come quello di una malattia da sconfiggere. Siamo esseri fragili e costantemente abbiamo bisogno di aiuto: poter dare, quindi, un piccolo soccorso ad una piccola grande persona, rappresenta, per noi, una gioia immensa. Soprattutto nel constatare che la solidarietà e la partecipazione sono caratteristiche ben presenti nei cuori buoni delle persone, i quali, se si uniscono, sono capaci di fare grandi cose. – aggiunge Francesco – Inoltre, speriamo vivamente che questo evento abbia successo, cosicché l’aiuto da dare al piccolo Franco Bianchi ed ai suoi forti genitori, venga amplificato e concretizzato. Siamo fiduciosi nell’aiuto dei nostri amici».

Il gruppo ‘Colori Primari’, dopo diversi anni di pausa, ha deciso, quindi, di riunirsi e di comunicare di nuovo con il proprio pubblico. Una comunicazione che, in questo caso, però, parlerà, anche, della storia di Franco e della sua grandissima passione, la musica. L’aiuto della melodia delle sette note suonate dalla band, da Avezzano, viaggerà, con lui, fino in America. Grazie anche e, soprattutto, all’Associazione ‘Dona un sorriso’, tutti i partecipanti avranno modo, quindi, di godere di una piacevole serata all’insegna di questa realtà. L’arte dei suoni non delude mai, e, anche questa volta, riuscirà a regalare, sicuramente, una speranza in più a chi, da sempre, come testimonia la storia stessa del piccolo Franco, ha visto nella musica, nonostante tutte le difficoltà, una vera e propria fonte di ispirazione e di coraggio.

http://[12:10, 28/10/2016] +39 333 449 5671: Ippoliti Ruben Coco e Francesco Di Cicco vorrebbero dirvi una cosa molto importante. Domenica 30 Ottobre presso il teatro S.Rocco di Avezzano…www.facebook.com [12:10, 28/10/2016] +39 333 449 5671: https://www.facebook.com/francesco.cicco.9/videos/10210155482744175/

Altre notizie che potrebbero interessarti

Capodanno di paura: trema la terra nella Marsica, scossa di magnitudo 4.2 a Collelongo

Kristin Santucci

Amatrice, città degli spaghetti all’amatriciana

Redazione IMN

I fratelli Di Berardino brillano ai Campionati italiani a squadre esordienti di Scanzano Jonico

Kristin Santucci