INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Collarmele, “Mamma è guarita, ieri ho festeggiato il mio compleanno”

Un compleanno inusuale, sottovoce, con una sola candelina accesa, rivolta virtualmente a tutti. Eppure, al di là di strade e di incroci, chiuse in un'altra casa, sua madre e sua sorella stavano pensando a lei.

“Mia madre è guarita, mia sorella risulta ancora positiva, ma andiamo avanti e non molliamo. Ieri è stato anche il mio 28esimo compleanno”. E noi le facciamo gli auguri. A parlare è ancora, dopo una settimana quasi di distanza dal rientro a casa dei sui familiari ricoverati al Covid Hospital dell’Aquila, Laura, la giovane di Collarmele risultata positiva al Covid-19 e attualmente in quarantena nella propria abitazione, in attesa del famoso tampone.

La madre è, quindi, ufficialmente guarita dal Coronavirus, accertato che i due tamponi effettuati successivamente alle dimissioni dall’Hotel Cristallo del capoluogo d’Abruzzo, hanno dato entrambi esito negativo. “Ha ancora una forte tosse”, specifica Laura. Sua sorella, invece, la seconda figlia della donna, è stata sottoposta al test, ma quest’ultimo ha dato responso ancora positivo, quindi ancora non è del tutto fuori pericolo.

Mamma e figlia si trovano ora chiuse in casa, a Collarmele. In una casa diversa da quella dove è in quarantena Laura, che ieri ha festeggiato gli anni lontana dai suoi affetti familiari e dagli amici. “Sono tre settimane – scrive sui social – che l’unica cosa che indosso sono occhiaie e pigiami! Ma questa mattina no! Questa mattina mi sono alzata, mi sono fatta una doccia e mi sono vestita. Diamine, ce lo meritiamo tutti un desiderio in più quest’anno! Io il mio l’ho già espresso…”. Ed in effetti, stare lontana da sua madre e sua sorella, dalle “sue donne”, il giorno del compleanno non sarà stata avventura facile. Stesso paese, quello natale, ma due case separate per colpa del virus. Meno male che ad unirci ci pensano i pensieri, le telefonate ed i social.

Però, la resilienza è anche questo: il potere di guardare sempre il bicchiere mezzo pieno. La capacità di guardare sempre al di là del proprio orizzonte definito. Auguri a tutti coloro che stanno festeggiando il proprio compleanno in quarantena in queste settimane di primavera, con l’idea che, una volta usciti dal tunnel dell’emergenza sanitaria, sia una festa della vita tutti i giorni dell’anno.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Il 25 novembre si festeggia la solidarietà: torna la Giornata della Colletta Alimentare

Maurizio Di Cintio

I prodotti abruzzesi volano a Dubai passando per Bangkok con lo chef stellato Zonfa

Redazione IMN

Carabinieri, esercitazione campo ARTVA “Gran Sasso”

Esercitazione ricerca travolti valanga
Redazione IMN