INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

CNSAS: intervento a 2200 metri sul monte Prena

Un escursionista romano perdendo un appiglio su roccia

Il Soccorso Alpino e Speleologico ha recuperato un escursionista romano che si è infortunato sul monte Prena a 2200 metri. Per raggiungere l’uomo è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso.
L’allarme è scattato intorno alle 12,40 del 4 ottobre. L’elicottero del 118 si è alzato in volo dalla base di Preturo, L’Aquila, per recarsi sul monte, precisamente sulla via dei Laghetti.
L’escursionista che si trovava in compagnia di altri due, si è infortunato perdendo un appiglio su roccia. Il soccorso è avvenuto per mezzo del triangolo di equazione e del verricello.
Dopo il recupero, l’uomo stato trasportato all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. I compagni invece hanno continuato la discesa a piedi dal Prena.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Pezzopane «Il presidio Polfer di Sulmona non può chiudere. Sarebbe un grave errore»

Redazione IMN

Allevatori e lupi della Maiella sulla stampa tedesca

Ruolo cane pastore abruzzese all'attenzione della stampa tedesca
Redazione IMN

Sanità Abruzzo, aumentano i posti letto per anziani non autosufficienti e lungodegenti

Redazione IMN