INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

CNA Avezzano sigla convenzione con Credispay

Gli aderenti a CNA Avezzano potranno fare acquisti in tutta Italia senza utilizzare denaro

CNA Avezzano sigla convenzione con Credispay

La CNA di Avezzano ha sottoscritto una convenzione con il circuito di credito complementare Credispay. Questo permetterà agli aderenti dell’organizzazione di Avezzano, di fare acquisti su tutto il territorio italiano senza utilizzare denaro ma pagando con la vendita dei loro prodotti e servizi. Un modo per «far fronte alle conseguenze economico-sociali della particolare congiuntura finanziaria vissuta negli ultimi anni dall’economia mondiale. Con quest’accordo con la Credispay la CNA continua a mettere in campo azioni d’aiuto e sostegno concreto per i propri associati» così il presidente della CNA di Avezzano Francesco D’Amore ha presentato l’iniziativa.
Come funziona Credispay? Imprese, artigiani e liberi professionisti possono partecipare al circuito attivando gratuitamente il proprio conto Credispay. Gli acquisti effettuati nel circuito saranno pagati con la vendita della propria merce e dei propri servizi. Ogni aderente, attraverso l’APP o il sito Credispay, può cercare i prodotti e i servizi che intende acquistare. Quindi può recarsi direttamente presso l’esercente aderente al circuito e procedere all’acquisto pagando con la carta Credispay o dall’ area dedicata nel sito www.credispay.it. Credispay vanta una tecnologia all’avanguardia che, attraverso APP un, e-commerce ed una carta di pagamento simile alle carte di credito, semplifica la ricerca dei prodotti e servizi che si possono acquistare all’interno del circuito e le transazioni.
Per info contatti:
0863/414499 info@cna-avezzano.it

Altre notizie che potrebbero interessarti

Tax free day: tre Comuni abruzzesi non pagheranno le tasse per un giorno all’anno

Gioia Chiostri

VIDEO. Nuovo direttivo per la Camera Penale ‘Alcide Lucci’: priorità al futuro del Tribunale

Kristin Santucci

Di Pangrazio sull’emergenza neve: «La pazienza dei sindaci abruzzesi ha i giorni contati»

Redazione IMN