INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Città Sant’Angelo: ieri la nomina dei 5 nuovi ‘Ambasciatori d’Abruzzo nel mondo’

Si è svolta ieri, sabato 5 agosto, nel Giardino delle Clarisse di Città Sant’Angelo (Pe) la cerimonia annuale di ‘Ambasciatori d’Abruzzo nel mondo’. L’evento, che coincide con la ‘Giornata degli abruzzesi nel mondo’, è organizzato dalla Presidenza del Consiglio Regionale d’Abruzzo, che conferisce annualmente l’onorificenza di ‘Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo’ a quelle persone di origine abruzzese che, per meriti accademici, culturali, politici, sociali, professionali, si siano positivamente distinte nei paesi stranieri, o nelle Regioni italiane diverse dall’Abruzzo, in cui sono emigrate in passato o dove attualmente vivono stabilmente.

 

Nella cerimonia 2017 sono stati insigniti del titolo di Ambasciatore d’Abruzzo, cinque personalità che si sono distinte nel nostro Paese e nel mondo per meriti accademici, scientifici e letterari. I premiati sono: Luigi Savina (Vice capo vicario della polizia di Stato), Antonio Juan Carlos Di Monte (Agente consolare Onorario Italiano in San Francisco – Argentina), Roberto Fatigati (Generale, Presidente regionale abruzzesi e molisani in Friuli Venezia Giulia), Gianfranco Mazzoni (Giornalista e telecronista RAI), Franco Ricci (Presidente Emerito a vita dell’AAIS , American Association for Italian Studies). Sono state inoltre conferiti due riconoscimenti speciali per la promozione dell’immagine dell’Abruzzo a: Santino Eugenio Di Berardino (Accademico dell’Università di Lisbona) e Corrado Oddi (Attore cinematografico e teatrale, autore e regista, Interprete del Giudice antimafia Giovanni Falcone nel docufilm di Rai Storia ‘Giovanni Falcone, c’era una volta a Palermo’ realizzato in occasione dei 25 anni dalla strage di Capaci).

 

Per il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio: «È importante mantenere i legami con quelle personalità che danno lustro all’Abruzzo. Questa manifestazione cresce ogni anno di significato non solo per l’istituzione regionale che la organizza ma soprattutto perché mantiene un legame forte tra i premiati e le loro origini. Sono particolarmente soddisfatto di questa edizione 2017 che ha visto tante personalità diverse, in tanti settori impegnate con successo, raccogliere il nostro invito, che poi non è altro che l’invito di una intera regione che vuole accogliere a braccia aperte i suoi figli più illustri. In questa edizione abbiamo voluto offrire anche un momento di riflessione su quanto accade nel nostro Paese e nella nostra Regione. Mi riferisco – aggiunge Di Pangrazio – a temi come i flussi migratori, la sicurezza, l’anniversario della strage di Capaci e le calamità naturali che hanno colpito l’Abruzzo. Su questi temi la nostra regione ha voluto tributare dei riconoscimenti a personalità come Luigi Savina, Roberto Fatigati e Corrado Oddi, secondo un filo conduttore naturale che pone questa manifestazione anche come un motivo per una riflessione su temi di natura nazionale».

 

 

Fonte: Regione Abruzzo

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Animali selvatici, no cibo grazie

Semplici regole per rispettare fauna e flora
Redazione IMN

Serie D, il Paterno ha presentato ufficiale domanda di ripescaggio

Alice Pagliaroli

Arrestato 19enne pakistano: cercava di far fuggire da una casa famiglia sulmonese la fidanzata minorenne

Gioia Chiostri