INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Celano, nasce il gruppo “Coraggio Italia”

Santilli: "Il campanilismo ci ha già fatto troppi danni"

celano comune

“È l’esito di un percorso che parte da lontano, e l’inizio di una storia che crescerà ancora e che farà crescere la nostra terra”.

Nasce il gruppo di ‘Cambiamo – Coraggio Italia’ al Comune di Celano e, nel corso di un’affollata conferenza stampa, annunciano la loro adesione ben quattro consiglieri nel Comune che è il quarto più grande della provincia dell’Aquila. Un riconoscimento “per il lavoro che svolgiamo ogni giorno sul territorio”, il suggello di un “rapporto di fiducia” fra il movimento politico – che vede come vicepresidente nazionale il senatore del collegio L’Aquila-Teramo, Gaetano Quagliariello – e la città, confermato anche dalla vicinanza mostrata in occasione delle vicende che nei mesi scorsi hanno riguardato il comune, e la tappa di un’azione politica – è stato spiegato durante la presentazione – che “mira a superare i campanilismi che ci hanno fatto fin troppo male e fare squadra per il rilancio delle aree interne, come dimostreremo già in occasione delle prossime scadenze”.

Ad annunciare l’adesione a ‘Cambiamo – Coraggio Italia’ l’assessore al bilancio Cinzia Contestabile, l’assessore all’istruzione e ai fondi europei Lisa Carusi, il presidente del consiglio comunale con delega alle politiche sociali Silvia Morelli, il consigliere con delega al turismo e al Parco Sirente-Velino Antonio Di Renzo. A fare gli “onori di casa” come referente cittadino Luigi Ciaccia, il quale ha espresso “grande soddisfazione” per la nascita del gruppo, “segno di vitalità e certificazione che si sta lavorando nella giusta direzione”. Concetto ribadito da Silvia Morelli, che a nome dei quattro aderenti ha riconosciuto al movimento politico “il merito di una reale vicinanza politica” e ha rivendicato la scelta come “coronamento di un percorso nato da tempo”.

Quagliariello, dal canto suo, ha rivendicato con orgoglio il contributo dato dal partito “a far crescere una esperienza amministrativa che è anche un progetto di classe dirigente”, assicurando che il nuovo gruppo rappresenterà “un esempio di sinergia tra civismo e buona politica”.

Con che scopo? “La ricostruzione dell’area centrale del centrodestra, senza la quale la coalizione non può esistere”, ha detto il coordinatore regionale di ‘Coraggio Italia’ Mimmo Srour il quale ha sottolineato l’importanza di un’alleanza fra la Marsica e L’Aquila: “Siamo tutti sulla stessa barca, quella delle zone interne, e dobbiamo essere alleati nel sostenere la nostra causa. Già nei prossimi giorni daremo un segnale in tal senso”.

Importante, a tal proposito, la delegazione presente dal capoluogo, a cominciare dai consiglieri di ‘Coraggio Italia’ al Comune dell’Aquila. Il capogruppo Daniele D’Angelo ha evidenziato come le nuove adesioni siano il segnale “che siamo credibili e lavoriamo bene sul territorio, vicino a chi lavora e produce”, e ha rivolto un appello “alle forze moderate della provincia a condividere il nostro progetto”. Quanto alla collaborazione tra L’Aquila e la Marsica, per D’Angelo “la nostra presenza è la dimostrazione che vogliamo essere amici perché viviamo gli stessi problemi”. Marcello Dundee, consigliere aquilano, ha sottolineato “i tre fattori identitari del nostro movimento: la persona al centro, il territorio e il fatto di non essere attaccati ai diktat di partito. Ed è il territorio la chiave per riportare la gente a innamorarsi della politica”.

Presente infine il sindaco di Celano, Settimio Santilli, che ha salutato la nascita del nuovo gruppo.

“Questo Paese – ha affermato Santilli – ha bisogno di un contenitore di moderati e liberali, perché i toni esagerati fanno in modo che la gente dalla politica scappi. E questo progetto in tal senso è fondamentale”. Sul rapporto della Marsica con il capoluogo, per il sindaco di Celano “la conflittualità fa solo male alla nostra terra. Facciamo tutti parte delle aree interne. Il campanilismo ci ha già fatto troppi danni, superarlo non può farci che bene visto che la costa lo ha capito da un pezzo unendo le forze”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

UNCEM scrive al MISE per digital divide

"Ministri e sottosegretari, svegliate il piano banda ultralarga e date un taglio al digital divide"
Redazione IMN

Cura Abruzzo 2, come accedere ai finanziamenti a fondo perduto

Ci pensa Confesercenti con lo sportello. E' già disponibile il bando della Regione Abruzzo per ...
Redazione IMN

Protezione Civile Tagliacozzo, contro le emergenze da neve arriva la motoslitta

Kristin Santucci