INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Celano: arriva il parco naturale sensoriale

L’annuncio del sindaco Santilli per rivalutare una zona degradata

celano degrado

Anche Celano ha le sue zone degradate, ma a breve, in una di queste, nascerà un Parco naturale sensoriale, proprio nell’area che si trova al di sotto della chiesa di Madonna delle Grazie e al di sopra della Scuola Media.
Ne dà comunicazione il sindaco Settimio Santilli, con una nota che spiega nel dettaglio cosà verrà realizzato nel giro di pochissimo tempo: “Lo andremo a realizzare con il ristoro ambientale da parte di Terna S.p.A. dovuto alla realizzazione della stazione elettrica denominata “Nuova S.E. Celano a 150 kV e raccordi”, per la quale è prevista nei prossimi mesi l’apertura dei cantieri”.
“Far parte di una comunità – prosegue Santilli – vuol dire potersi confrontare, aiutarsi, trovare soluzioni comuni, usufruire positivamente delle risorse che il territorio offre, rispettare l’ambiente e condividere insieme le esperienze di vita. E quando, oltre alla collaborazione e al rispetto, si hanno a disposizione angoli naturali e luoghi da riscoprire e si ha la volontà di valorizzarli, allora in quel momento si ha un equilibrio tra l’uomo e nostra madre natura. La natura è fonte di vita e avere un angolo verde da poter vivere è un bene immenso per ogni cittadino”.
“La riqualificazione e la rinaturalizzazione del parco di Madonna delle Grazie – conclude il primo cittadino – mira a questo: ad avvicinare l’uomo alla natura. Uno spazio oggi degradato e abbandonato che diventerà un luogo accogliente, per chi vuole semplicemente leggere un libro, per chi vuole staccare la spina dal rumore cittadino, per i bambini che vogliono giocare spensierati, per chi vuole riscoprire i tratti della natura attraverso un’esperienza sensoriale, allenando e stimolando i sensi e le percezioni. Un parco inclusivo, senza barriere architettoniche, dove chiunque può recarsi, un luogo di tutti, per ogni attività, per ogni esperienza, un luogo in grado di trasmettere l’educazione ambientale e le tematiche ecologiche attraverso la sorpresa e il gioco, in modo intuitivo per chi ha diverse capacità percettive, dai bambini, agli anziani, alle persone con disabilità. Il tutto anche coinvolgendo le scuole del territorio con percorsi didattici e laboratori, diventando un punto di riferimento per le associazioni che aiutano al recupero delle capacità motorie con percorsi di riabilitazione all’aria aperta. Con la messa a dimora di piante aromatiche e odorose si aiuterà la stimolazione olfattiva, aiuole di fiori colorati”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano work in progress: lavori partiti su tratto che collega San Pelino e Centro-città

Gioia Chiostri

Il premio giornalistico “A. Maria Palmieri”

Nella sede avezzanese dell'ex Arssa l'ottava edizione
Redazione IMN

VIDEO. Ad Avezzano missione sicurezza, controlli straordinari delle forze dell’ordine

Redazione IMN