INFO MEDIA NEWS
EVENTI NEWS SLIDE TV

C’è bisogno di ri-socializzare: ci pensa “Il Volo del Coleottero”

Il Volo del Coleottero Teatro Musica di Avezzano propone il progetto “Tutti in campo” per l'estate: un contenitore di eventi artistici destinati a tutti, dai bambini agli adulti.

Nel corso dell’estate sarà possibile prendere parte ad attività di laboratori teatrali, spettacoli, letture animate, percorsi di teatro-natura, con lo scopo di costruire spazi di creatività, favorendo l’incontro e la socializzazione.

“Tutti in campo” si apre con RestART: laboratori teatrali per bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni, divisi in fasce di età. Dal 28 giugno al 2 luglio grazie agli strumenti del teatro sarà possibile stimolare la fantasia e la creatività attraverso l’uso e la conoscenza del proprio corpo e della propria voce, sarà possibile vivere un’esperienza conoscitiva di alcune tecniche teatrali e comunicative, per incontrarsi, confrontarsi e approfondire la conoscenza delle proprie abilità interpersonali.

Il progetto continua con un secondo appuntamento: sabato 3 luglio dalle ore 16 alle ore 18 sarà la volta de “Il Parco delle Storie”, un pomeriggio dedicato alla lettura a cui seguirà un laboratorio creativo, per concludersi con una merenda. Un progetto che nasce in collaborazione con il Caffe letterario “Vieniviaconme”, dedicato ai bambini dai 3 ai 10 anni.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno presso il Teatro di San Rocco e i relativi spazi all’aperto, resi disponibili grazie alla collaborazione del parroco don Adriano Principe.

“Tutti in campo” è un progetto che nasce per ripartire – afferma in una nota Francesco Sportelli, direttore artistico – pensiamo che tutti, dai bambini fino agli adulti, ora più che mai abbiano necessità di una rinnovata socialità e di stimoli per riattivare le relazioni. Nonostante tutte le difficoltà che l’emergenza sanitaria ancora ci impone, crediamo che i mezzi artistici e creativi possano favorire questa ripresa. Tutte le nostre proposte, differenti per tipologie e dinamiche, rappresentano delle possibilità che permettono di vivere esperienze personali di ricerca e creatività, nonché favoriscano il confronto continuo con altre persone. Come lavoratori dello spettacolo siamo reduci da un periodo molto difficile nel quale abbiamo continuato a progettare, studiare e pensare come il nostro lavoro possa inserirsi all’interno di un contesto sociale profondamente cambiato e come possiamo intercettare i nuovi bisogni e tradurli in linguaggio artistico. Ringraziamo fin da ora chi, con la sua partecipazione alle nostre attività sta già dando linfa nuova, prospettive e speranza alla nostra ripartenza.”

Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto degli attuali protocolli sanitari.

I posti sono limitati. La prenotazione a tutti gli eventi è obbligatoria fino a esaurimento posti.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Terminati i lavori del ponte sul fiume Giovenco

Il presidente della provincia ed i consiglieri Alfonsi e Scamolla hanno accelerato l’iter ...
Redazione IMN

Sul caso precariato alla LFoundry si esprime la senatrice pentastellata Di Girolamo: «E’ inaccettabile»

Gioia Chiostri

Il Tricolore di Jemo ‘nnanzi ‘abbraccia’ la Chiesa di Santa Croce

Kristin Santucci