INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Caso Appalti Tagliacozzo: assolto in appello l’architetto Tellone

Pochi minuti dopo le 15 la sentenza della Corte d'Appello. L'architetto di Tagliacozzo è stato assolto oggi con formula piena, perché il fatto non sussiste. I reati contestati erano concussione e tentata turbativa.

Condannato in primo grado, con il rito abbreviato.

Oggi, però, la pagina che si scrive, alla Corte d’Appello dell’Aquila, è di sapore opposto. E’ stato assolto, in secondo grado, con formula piena, perché il fatto non sussiste, l’architetto Carlo Tellone per i capi di imputazione di concussione e tentata turbativa.

Era stato arrestato – ai domiciliari – assieme all’ex sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa, che invece scontò anche qualche giorno di carcere. Tallone è difeso dall’avvocato del Foro di Avezzano, Antonio Milo. Il legale commenta: “Questa è una grande vittoria. Il mio assistito è stato assolto perché il fatto non sussiste, quindi con formula piena. Ho richiesto l’abbreviato, a differenza dei legali degli altri imputati, che invece stanno andando avanti con il rito ordinario”.

Il giudice, in primo grado, aveva disposto anche l’interdizione dai pubblici uffici e il divieto a trattare con la pubblica amministrazione per un anno e sei mesi. Venne assolto, sempre in primo grado, per altri quattro capi di imputazione.

Il caso degli appalti scoppiò nel lontano 2016. Un’inchiesta che portò all’arresto di quattro persone e a 12 persone indagate.

Le indagini vennero condotte dall’allora capitano della Compagnia dei Carabinieri di Tagliacozzo, Commandè.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Rubano abbigliamento di valore in un centro commerciale aquilano: tre arresti

Redazione IMN

VIDEO. Tagliacozzo, Umberto I: quale la verità? La minoranza convoca un’assemblea pubblica

Kristin Santucci

Regione, Marianna Scoccia esce dalla Maggioranza di Centrodestra

Le parole del consigliere regionale UdC: "Ci sono motivazioni sia politiche, sia amministrative ...
Redazione IMN