INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Carcere di Avezzano: “La situazione è gravissima”

Il sindacalista Nardella (Uil) annuncia una ispezione sindacale. Si terrà domani stesso: "I deputati devono mantenere in vita questi importanti contenitori sociologici. A rischio gli istituti di pena di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto".

A seguito della denuncia fatta dalla UIL sulla gravissima situazione nella quale versa il penitenziario di Avezzano si terrà, nella mattinata di domani, venerdì 1 ottobre, un’ispezione sindacale per meglio inquadrare la situazione e verificare la fattibilità di interventi volti a lenire le sofferenze del personale operante sia esso di polizia penitenziaria che del comparto Funzioni Centrali.

L’ispezione avrà lo scopo di rilevare sì le problematiche dell’Istituto ma non quello di mettere in atto un confronto con l’Amministrazione penitenziaria atteso che su tutto il territorio nazionale, vista la decisione maturata dalla quasi totalità delle segreterie generali, vige lo stato di agitazione e la sospensione di tutte le relazioni con la rappresentanza istituzionale.

Non ci sarà pertanto nessun colloquio con il Direttore del carcere e le questioni che emergeranno saranno oggetto di un dossier che sarà messo al vaglio degli organi competenti. All’ispezione parteciperanno il Segretario Generale Territoriale Mauro Nardella, Il tesoriere provinciale Michele Americo e i segretari locali Vincenzo Rossi e Gabriele Verna.

Il Segretario Generale Territoriale e componente della UIL Pubblica Amministrazione Abruzzo e CST Adriatica Gran Sasso
Mauro Nardella
avverte tramite nota stampa: “In sostanza sarebbe un errore non tenere conto di questo importante contenitore sociologico nello scenario di revisione della politica legata alla geografia giudiziaria. L’auspicio è che i deputati alla scelta di mantenere o meno aperti i presidii giudiziari di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto tengano ben presente quale danno sarebbe arrecato non solo al territorio e ai cittadini che lo abitano ma anche ai penitenziari e agli uomini che vi lavorano qualora dovessero propendere più sulla chiusura che sul loro mantenimento in loco“.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Meteo: i giorni della Merla, le previsioni

Redazione IMN

Parco Nazionale della Majella, indennizzi agli allevatori in 24 ore

Il Parco abbatte la burocrazia nella gestione dei danni da lupo e orso
Redazione IMN

Naiadi: Cgil preoccupata, lavoratori ancora in cig

Regione e Comune Pescara al lavoro per riapertura
Redazione IMN