INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Croce e Di Felice: “Superbonus 110% una vera rivoluzione”

"La detrazione fiscale del 110% consentirà a tante famiglie del territorio di ristrutturare e innovare il patrimonio immobiliare del nostro Comune"

“Con il provvedimento del SUPERBONUS 110%, fortemente sostenuto dal PD al Governo siamo di fronte ad una vera rivoluzione” – così inizia la nota del Segretario di circolo Avvocato Alessandro Croce e della Consigliera comunale Avvocato Chiara Di Felice – “la scelta di incentivare lavori di adeguamento sismico ed energetico con la detrazione fiscale del 110% consentirà a tante famiglie del territorio di ristrutturare e innovare il patrimonio immobiliare del nostro comune.

È un provvedimento che guarda alla tutela dell’ambiente, perché consente un abbattimento dei consumi energetici e l’utilizzo di fonti rinnovabili come il fotovoltaico; inoltre, in una zona sismica come la nostra, consente un forte miglioramento della sicurezza strutturale e di prevenzione delle calamità naturali; infine è una misura di forte rilancio economico perché rimette in moto il comparto dell’edilizia e dunque delle imprese, dei fornitori e delle professioni. Per tutte queste ragioni l’Amministrazione locale non può restare a guardare e deve, con celerità e tempestività, rendersi protagonista di questa importante ed epocale opportunità di rilancio del paese.

Da parte nostra vogliamo farci promotori di iniziative precise che possano far cogliere al meglio gli esiti positivi a tutti i cittadini di Capistrello, Corcumello e Pescocanale innescando anche un effetto moltiplicatore delle già convenienti misure volute dal Governo. Affinché ecobonus e sismabonus siano sfruttate al meglio proponiamo 8 PUNTI urgenti:

1. Reintroduzione di incentivi fiscali per coloro che ristrutturano i propri immobili: chiediamo che vengano reinseriti nel regolamento dei tributi le agevolazioni con il taglio dell’IMU per 5 anni per coloro che acquistano e ristrutturano sul territorio, previste da noi nel 2014 e incredibilmente cancellate dall’attuale Amministrazione;

2. Abolizione della tassa per occupazione di suolo pubblico per coloro che sfrutteranno la misura del Superbonus;

3. Informatizzazione di tutte le procedure urbanistiche con area riservata sul sito istituzionale per la presentazione delle istanze e della relativa documentazione: si tratta di procedure già attivate da molti comuni in Italia che consentirebbero una forte riduzione di tempi e ritardi

4. Stanziamento nel bilancio comunale di 30.000 per l’archiviazione digitale dell’intero archivio dell’Ufficio tecnico comunale: per l’avvio delle pratiche di superbonus sarà infatti necessario una celere e certa produzione della documentazione degli immobili, in mancanza della quale molti cittadini rischieranno di non poter usufruire delle agevolazioni;

5. Definizione di tutte le pratiche di condono edilizio, anche attraverso un appalto di servizio esterno, al fine di consentire a tutti i proprietari di immobili in attesa di ritirare il condono di poter usufruire del superbonus;

6. Rafforzamento del personale dell’ufficio tecnico e previsione di più giornate di ricezione del pubblico e dei professionisti incaricati per fornire documentazione e assistenza;

7. Previsione di un’apposita sezione sul sito istituzionale con tutte le informazioni utili a cittadini e addetti ai lavori;

8. Modifiche e integrazioni al regolamento edilizio e alle norme tecniche attuative del PRG per consentire la realizzazione degli impianti ad energia rinnovabile e regolamentare l’uso di materiali e colori (in particolare per i centri storici).

A partire da questi primi otto punti riteniamo si debba cogliere l’opportunità irripetibile offerta dal Governo e attivare un piano amministrativo utile ai cittadini, alle famiglie e all’economia locale.”

Altre notizie che potrebbero interessarti

Regione Abruzzo: crolli e macerie post sisma, arriva il piano di gestione

Redazione IMN

Liri, Di Nicola (M5S): “Bomba ecologica”

Il deputato a Cappadocia per sopralluogo
Redazione IMN

Vendita LFoundry, parla Andrea Campione Rsu di stabilimento

Redazione IMN