INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Campagna per 20 pareti d’arrampicata a Civita d’Antino

La Pro Loco lancia campagna online per raccolta fondi

Giornata Eco a Civita D’Antino

La Pro Loco di Civita d’Antino sta cercando di realizzare 20 pareti d’arrampicata e per farlo ha lanciato una raccolta fondi su gofoudme .

“Civita d’Antino è la “perla” della Valle Roveto, – si legge a margine della campagna – incastonata tra le montagne abruzzesi in una posizione che assicura al paese una vista meravigliosa sul territorio circostante.

Questo nostro paese, ricco di storia e di elementi paesaggistici e naturalistici tra i più peculiari dell’Abruzzo, ha risentito, come altri, della crisi dei piccoli Comuni degli ultimi anni, ma è ancora capace di offrire pace e meraviglia a chi lo visita.
È con questa convinzione che noi della Pro Loco stiamo realizzando una serie di opere volte a valorizzare il borgo e le zone circostanti; in questo quadro si inserisce il progetto “Arrampicare a Civita d’Antino”, ma ora abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Con una piccola donazione ci permetterete di ravvivare il turismo del nostro paese. L’arrampicata sportiva è sempre più in voga tra i giovani (ma non solo), con circa 4 milioni di praticanti in tutta Europa (di cui 300 mila in Italia). Il nostro scopo è quello di fornire ai praticanti nuove pareti d’arrampicata, in quella che è una delle location più suggestive del nostro paese.

Ogni donazione comporta l’aggiunta del vostro nome nel cartello che verrà posto all’ingresso delle pareti d’arrampicata, in futuro metteremo speciali ricompense per i donatori più generosi! Ringraziamo in anticipo tutti coloro che decideranno di donare”.

Finora sono stati raccolti 265 euro.

Questo il link per aderire.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Anche Collarmele per la Campagna Plastic Free

Il paese ambasciatore della campagna di sensibilizzazione del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa
Redazione IMN

Coronavirus: in Abruzzo mascherine anche all’aperto

Nuove disposizioni anche per chi fa rientro in regione da oggi, 4 maggio
Redazione IMN

Malattie rare, ecco come cambia il percorso di diagnosi

Redazione IMN