INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS Politica

Cam, il Consiglio di Sorveglianza muove i primi passi e detta la sua linea

Subito al lavoro il gruppo di sorveglianza del Cam, che ha rilevato le carenze nell’attività della società e ha tenuto a condividere con i cittadini dei comuni membri del consorzio lo stato dei fatti.

Il Consiglio di Sorveglianza del CAM chiarisce ai cittadini, per dovere e trasparenza, le prime attività e rilevazioni a scanso di possibili errate interpretazioni che non attengono alla verità dei fatti. Appena insediato il Cds ha potuto constatare alcune carenze dell’attività dell’ente che si devono prontamente mettere in linea con le norme attuali. Dapprima il mancato adeguamento dello statuto del Cam spa che per legge doveva essere fatto con assemblea straordinaria entro il 31 luglio previa adozione delle modifiche in ciascun consiglio comunale dei comuni soci. Altra grave pecca la mancanza dell’approvazione del bilancio nei termini di legge visto che è sfumata la scadenza del 30 giugno e chi ci ha preceduto certamente poteva vantare la conoscenza di un documento che il nuovo Cds sta ora esaminando prima di porlo all’attenzione dei Sindaci. Vieppiù, in piena autonomia ed a tutela degli stessi Sindaci che hanno manifestato la volontà nella precisa direzione dell’apporto tecnico, sta partendo una nostra richiesta di parere all’Autorità nazionale anti corruzione coscienti che le norme attuali sulle partecipate (legge Madia e legge Severino a cui si rimanda) non sono molto chiare in tema di nomine in termini di compatibilità e conferibilità. Ma senza indugio abbiamo ripristinato la Presidenza del Consiglio di gestione dell’Ente mancante, altrimenti, di rappresentanza legale. L’integrazione del Cdg è stata fatta, con indicazione dei Sindaci, attraverso la nomina della Dr.ssa Morgante. Poi l’attività del Cds come da cronoprogramma condiviso dal presidente Pierleoni e dai componenti Mostacci e Mazzocchi è già avviata e con lo slancio che richiede la difficile, nota, situazione finanziaria in cui versa l’Ente e nella consapevolezza che il servizio reso attiene ad un bisogno primario insostituibile che deve essere garantito alla popolazione.

 

Fonte: Cam spa

Foto: ConfineLive

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. Abruzzo: ecco la navetta bus che connetterà la capitale con i comuni del Parco Nazionale

Gioia Chiostri

L’Aquila Calcio muove il mercato: ecco Ibojo e Ranelli

Redazione IMN

Capistrello, la gestione del verde pubblico diventa un caso: «Falsità e malignità da parte della minoranza»

Redazione IMN