INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Caldo e afa sull’Italia, allerta rossa in due città

Con l'inizio dell'estate il Paese alle prese con temperature record

Italia nella morsa del caldo con temperature a livelli da record. Con l’inizio dell’estate e l’arrivo dell’anticiclone africano Caronte, da oggi 21 giugno scatta l’allerta – rossa e arancione – in ben 10 città. Bollino rosso per Bolzano e Torino, con allerta massima di livello 3. Bollino arancione, ovvero allerta di livello 2, per Ancona, Bologna, Brescia, Firenze, Milano, Perugia, Rieti e Verona. Per la giornata di domani, quindi, aumenterà ancora il caldo: a Bolzano, ancora da bollino rosso, si aggiungerà Bologna; le città in arancione saranno 10, mentre quelle gialle saranno 15 e nessuna verde. E’ quanto riporta il bollettino delle ondate di calore in Italia del ministero della Salute.

Il bollino rosso, livello 3, indica “condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche. Tanto più prolungata è l’ondata di calore, tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute”, sottolinea il ministero della Salute che suggerisce di “evitare di esporsi al caldo e al sole diretto nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 18): temperatura e umidità elevate non possono prevenire il rischio di infezione da Sars-CoV-2, mentre possono provocare sintomi associati al caldo e ustioni”.

E poi ancora, si raccomanda di “evitare le zone particolarmente trafficate, in particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti“. Mentre è consigliato andare “in luoghi pubblici come parchi e giardini nelle ore più fresche della giornata, rispettando sempre le distanze di sicurezza. Evitando i luoghi affollati”.

Gli esperti raccomandano poi di “indossare indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali (es. cotone, lino)”, di ripararsi la testa con “un cappello leggero di colore chiaro”, di usare gli “occhiali da sole”, di “proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo” e di “bere liquidi, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, tè e caffè”. Evitare infine “bevande troppo fredde e bevande alcoliche”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. LA 3^B della scuola Don Bosco a Montecitorio: vince il I° premio sulla favola dell’olio

Gioia Chiostri

Percorsi storici e religiosi per il dorso dell’Abruzzo: l’assessore Berardinetti presenta il nuovo motore del turismo

Gioia Chiostri

Una nuova casa per il circolo di scherma ‘I Marsi’

Redazione IMN